Cronaca

Il festino a luci rosse con due prostitute si trasforma in rapina

Il cliente ha accettato uno "spettacolo" offerto dalle ragazze in un residence dove è spuntato il "fidanzato" di una lucciola

Notte brava di un forlivese 53enne che, a Rimini, è stato aggredito e rapinato da due prostitute e dal fidanzato di una delle lucciole. L'uomo, nella serata di mercoledì, era arrivato a Marina Centro per consumare un rapporto a pagamento con una 24enne indiana che frequentava da tempo. Finito il rapporto mercenario, intorno alle 23 la giovane ha convinto il cliente a seguirla in un residence di via Cirenaica col miraggio di uno spettacolo hard offerto dallla 24enne e dalla sua coinquilina, una marocchina 19enne. L'uomo è caduto nella trappola e, mentre le ragazze si spogliavano, è improvvisamente comparso un 19enne marocchino armato di coltello che ha minacciato il cliente. Il nordafricano, dopo essersi impossessato di 200 euro del forlivese, ha iniziato a brandire la lama facendo a pezzi la maglia del 53enne per poi buttarlo fuori dall'appartamento insieme alla 24enne fidanzata con lo straniero non prima di chiedergli ulteriori soldi da portare l'indomani perchè "sapeva dove abitava".

E' stato lungo viale Vespucci che la vittima, con la maglia stracciata, ha attirato l'attenzione di una pattuglia della polizia di Stato che transitava lungo la strada. Gli agenti sono intervenuti immediatamente e, alla vista delle divise, la ragazza indiana ha tentato la fuga ma è stata bloccata. Il forlivese ha così raccontato la sua disavventura al personale della polizia di Stato che, vista la situazione, ha chiesto rinforzi. Mentre il 53enne, con la 24enne, sono stati portati in Questura, una seconda Volante è intervenuta nel residence dove è stato fermato anche il 19enne marocchino.

Il nordafricano ha sostenuto di essere rientrato nell'appartamento e, per lo choc di aver visto la sua fidanzata a letto con un altro uomo, ha perso la testa aggredendo il forlivese. Anche la ragazza nordafricana, rintracciata successivamente, ha confermato la versione del connazionale ma le sue parole non hanno convinto gli agenti che hanno portato entrambi in Questura.

Gli ulteriori accertamenti hanno così permesso di scoprire che la 24enne era una prostituta che, da tempo, intratteneva il forlivese. Secondo quanto emerso dai messaggi presenti sul cellulare della lucciola, la ragazza si era accordata coi due marocchini per tendere una trappola al cliente convincendolo a recarsi nel residence con la promessa dello spettacolo a luci rosse. Il trio, quindi, è stato arrestato per rapina aggravata e tentata estorsione in concorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il festino a luci rosse con due prostitute si trasforma in rapina

RiminiToday è in caricamento