rotate-mobile
Cronaca

Il figlio picchiato da un compagno di scuola, i genitori cercano di farsi giustizia da soli

Gli adulti si erano trovati davanti l'aggressore del bambino scatenando un pandemonio tra i corridoi dell'istituto tanto da far intervenire i carabinieri

Era il febbraio del 2017 quando un 12enne, alluno in una scola del riminese, venne picchiato da un coetaneo nel corso di una lite all'interno dell'istituto. Tornato a casa malconcio e con alcuni lividi, la madre e il compagno di lei chiesero spiegazioni al bambino che raccontò l'intera vicenda e, il giorno successivo, i due adulti si presentarono nella sede per protestare col dirigente scolastico pretendendo di conoscere i genitori dell'aggressore per far valere le loro ragioni. Una volta nella scuola, però, il 12enne indicò l'autore del pestaggio e la madre, una 57enne straniera, montò su tutte le furie afferrando per un braccio il coetaneo del figlio strattonandolo. Ad assistere alla scena una docente che, uscita da un'aula, intervenne per bloccare la signora scatenando la reazione del compagno, un 57enne, che a sua volta avrebbe alzato i toni minacciando la professoressa.

La situazione rischiava di esplodere e, dalla scuola, era stato chiesto l'intervento dei carabinieri che una volta arrivati sul posto avevano smorzato i toni identificando tutti i presenti. Successivamente i due 57enni erano stati denunciati per lesioni aggravate in quanto il bambino strattonato aveva riportato lesioni giudicate guaribili in 5 giorni e interruzione di pubblico servizio (a carico di entrambi), oltraggio a pubblico ufficiale e violenza privata nei confronti della docente (solamente l’uomo). A distanza di 7 anni dai fatti, il giudice ha condannato a 2 mesi di reclusione (pena sospesa), mentre la donna, in virtù della tenuità del fatto, a 20 giorni di permanenza domiciliare. Assolti invece dal reato di interruzione di pubblico servizio e il 57enne anche dall’oltraggio nei confronti della docente. Condannati entrambi, invece, a risarcire di 700 euro in solido il minorenne. A questo si aggiunge un ulteriore risarcimento di 500 euro inflitto dal giudice al solo compagno della donna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il figlio picchiato da un compagno di scuola, i genitori cercano di farsi giustizia da soli

RiminiToday è in caricamento