Il gruppo informatico "Italstudio' aderisce al fondo per il lavoro lanciato dalla Diocesi

Dalle parole ai fatti: in un momento di grave crisi economica e occupazionale come quello che stiamo vivendo, la Software House con sedi a Rimini e Santarcangelo accoglie l'appello del vescovo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RiminiToday

Dalle parole ai fatti: in un momento di grave crisi economica e occupazionale come quello che stiamo vivendo, la Software House con sedi a Rimini e Santarcangelo accoglie l'appello del vescovo di Rimini e devolve 5000 € a favore del Fondo. Il contributo sarà incrementato dai dipendenti dell'azienda che doneranno un'ora del proprio lavoro a vantaggio dei più sfortunati. La volontà di contribuire, volontariamente precisa l'azienda, è già stata indicata da quasi il 40% dei dipendenti.


"In questo periodo di crisi, lavorare in un'azienda che ha appena festeggiato venticinque anni di attività con bilanci sempre in attivo, da sempre attenta alle sue risorse umane è un privilegio, commenta Bonfiglio Mariotti, Presidente del CDA di ITALSTUDIO, quindi ci sembra giusto e doveroso aiutare chi ha più problemi di noi".


Il gruppo informatico che ha la direzione generale a Rimini, è composto da quattro società con 185 dipendenti ( erano 170 nel 2012) e 15.000 clienti. E' in espansione proprio per le sue capacità di investire nelle risorse umane e nella continua innovazione dei software sviluppati, per la gestione di imprese e studi professionali.

Torna su
RiminiToday è in caricamento