Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Il killer confessa davanti al Gip ma non ricorda i motivi della lite

Interrogatorio di convalida Marcos Antonio Quispe Luyo, il 31enne peruviano arrestato per l'omicidio del suo connazionale Leonardo Yoel Vinces Ballena

La vittima Leonardo Yoel Vinces Ballena

E' comparso davanti al gip per l'interrogatorio di convalida Marcos Antonio Quispe Luyo, il 31enne peruviano arrestato per l'omicidio del suo connazionale Leonardo Yoel Vinces Ballena avvenuto a Miramare nella notte tra il 28 e il 29 maggio scorso. Il giovane, difeso dall'avvocato Andrea Guidi, ha raccontato la sua versione dei fatti durante la quale ha fondamentalmente ammesso di aver ucciso il coinquilino 35enne. Un delitto, però, per il quale Luyo non ha saputo fornire un movente anche se ha ribadito più volte come la convivenza con il connazionale nel monolocale di via Losanna fossa diventata sempre più pesante tanto da portare a continui litigi. Nel corso dell'interrogatorio, inoltre, ha spiegato di non ricordarsi completamente la dinamica che ha portato alla morte di Ballena e il motivo che ha scatenato la discussione finale. Secondo quanto emerso, il 31enne ricorda di aver scagliato un solo fendente al 35enne mentre l'autopsia parla di 2 colpi alla schiena e quello fatale al collo della vittima. Al termine dell'interrogatorio il gip ha convalidato il fermo e disposto per Luyo la custodia cautelare in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il killer confessa davanti al Gip ma non ricorda i motivi della lite

RiminiToday è in caricamento