Il logo del Bicentenario dal primo giugno sulle auto dei Carabinieri

Sarà apposto, a partire dal primo giugno 2014, sulle "gazzelle" e le "beccacce", così venivano chiamate le autovetture e i motocicli dei primi Nuclei Radiomobili dei Carabinieri, il "Logo del Bicentenario"

Sarà apposto, a partire dal primo giugno 2014, sulle “gazzelle” e le “beccacce”, così venivano chiamate le autovetture e i motocicli dei primi Nuclei Radiomobili dei Carabinieri, il “Logo del Bicentenario” dell’Arma che ricorre quest’anno e che sarà celebrato in Provincia il prossimo 9 giugno.

"Si farà, ogni giorno, da due Carabinieri d'ogni Brigata a Cavallo, una girata sulle strade Reali, quelle di traversa, sulle strade vicinali, nei Comuni, casali, cassine ed altri luoghi del Distretto di ciascuna Brigata" è uno stralcio tratto dal Regolamento Istitutivo del Corpo dei Carabinieri Reali con il quale si assegnava un compito di primaria importanza alla nostra istituzione, quello del costante pattugliamento di tutto il territorio e della vicinanza al cittadino, divenuto nei secoli un caposaldo del servizio dell'Arma.

È per questo che, in anteprima alla celebrazione del 9 giugno, si è scelto di portare vicino alla gente un’anticipazione di questa ricorrenza che ci sentiamo di condividere con la collettività, coinvolgendo tutta la popolazione per la quale e con la quale siamo nati e cresciuti,  con cui abbiamo condiviso momenti di gioia e di tristezza, di entusiasmo e di delusione, di bisogno e di altruismo nei secoli fedeli alle Istituzioni e alla Nazione con la quale ci approntiamo ad affrontare fieri il nostro terzo secolo di storia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento