Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Il Misano World Circuit compie 45 anni e si regala un corto d'autore

Firmato dal regista riminese Marco Montemaggi, racchiude la storia dell'impianto sportivo raccontata dai grandi piloti

Foto di Marzio Bondi

Il Gran Premio Tribul Mastercard di San Marino e della Riviera di Rimini, in corso durante questo week end, è stato anche l'occasione per celebrare i primi 45 anni del Misano World Circuit. L'impianto sportivo, nato quasi per gioco nel 1972 tra i campi, è diventato in quasi mezzo secolo un punto fermo del motociclismo mondiale. E, per festeggiare questo importante traguardo, è stato presentato il corto del regista riminese Marco Montemaggi. Il video "Misano 4.5" celebra la storia di un circuito nato dalla passione di una comunità profondamente legata alla ‘musica dei motori’. Grazie alla visione industriale delle famiglie Colaiacovo, proprietarie del Gruppo Financo, l’autodromo si è distinto per impegno e concretezza nel raggiungimento di ambiziosi obiettivi, all’interno del distretto economico della Motor Valley, fino a determinare una precisa ed irripetibile identità.

"Si tratta di un momento di grande gioia - ha commentato Andrea Albani, consigliere delegato del Misano Circuit - ed è un onore far parte di questa struttura. In questi anni ci sono stati momenti di duro lavoro, passione, gioia, rabbia e ironia per portare avanti quella visione, nata nel 1972, e che oggi è una grande azienda che guarda al futuro". "E' stata una cosa pazzesca - ha aggiunto Luca Colaiacovo, presidente della Santa Monica SpA. - A Misano abbiamo messo in campo un team di professionisti e fatto squadra col territorio per organizzare eventi legati ai motori". "Avevo 26 anni - spiega il regista Marco Montemaggi - quando è iniziata la mia avventura professionale con la nascita del Museo Ducati. Un progeto che ha visto la luce proprio a Misano. Con il video dedicato all'autodromo, ho voluto raccontare la storia della pista attraverso il punto di vista dei piloti senza cadere in cose scontate come immagini di sorpassi con sottofondo di musica hard rock. Il cuore pulsante della pista, infatti, sono proprio i protagonisti delle gare che, a 300 chilometri all'ora, corrono in sella ai loro bolidi. Persone che rischiano la vita e che raccontano cosa è per loro correre".

“Tutto è cominciato qui, dove sono entrato in pista la prima volta con una moto vera”, così Valentino Rossi nel filmato prodotto da MWC, nel quale tanti personaggi hanno ricordato emozioni vissute in circuito; “Circuito bello e spettacolare, ci ho vinto sette volte!” (Giacomo Agostini); “Tre piste, la possibilità di allenarsi, una fortuna per noi. Ecco perché tanti piloti romagnoli nel motomondiale” (Andrea Dovizioso); “Misano ha contribuito a farmi diventare un pilota forte” (Mattia Pasini); “Son venuto a Misano la prima volta ed è stato come andare a Roma a vedere il Papa” (Graziano Rossi); “Qui emozioni indimenticabili, Misano sarà sempre nel mio cuore” (Franco Uncini); “Noi romagnoli abbiamo la benzina nel sangue, qui il mio primo podio nel Mondiale” (Loris Capirossi); “Qui la prima vittoria Aprilia nel 1987, un regalo divino” (Loris Reggiani); “Come tanti genitori ‘suonati’, appena possibile ho portato Marco in pista, indimenticabile”, (Paolo Simoncelli); “Quando gira il vento, sento le moto da casa mia” (Andrea Migno).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Misano World Circuit compie 45 anni e si regala un corto d'autore

RiminiToday è in caricamento