menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il mondo della MotoGp ricevuto in Vaticano da Papa Francesco

Nella delegazione Paolo Simoncelli, il Santo Padre ai piloti: "Siate campioni di vita"

Giornata speciale per alcuni piloti della MotoGP, che mercoledì sono stati ricevuti da Papa Francesco - a cui hanno donato i loro caschi - per un'udienza privata. In Vaticano erano presenti Marc Marquez e Dani Pedrosa (Honda), Danilo Petrucci e Jack Miller (Ducati Pramac), Andrea Iannone (Suzuki) con il team principal di Davide Brivio, il Ceo della Dorna Carmelo Ezpeleta e Paolo Simoncelli, il padre di Marco. L'incontro è stato organizzato in occasione del weekend di Misano ormai alle porte. "Sono stato molte volta a San Pietro, ma non avevo mai avuto la possibilità di incontrare il Papa - ha commentato Danilo Petrucci -. Ho sentino una grande emozione aspettandolo, poi ci ha parlato facendoci un discorso molto bello sulla passione, sull’essere campioni nella vita prima che nello sport. E' stato un giorno che non dimenticherò mai, è stato speciale, e spero mi possa aiutare per fare una bella gara domenica a Misano".

“Cari Amici - ha esordito il Santo Padre nel suo saluto - sono lieto di accogliervi, in rappresentanza dei motociclisti che prenderanno parte al prossimo Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini. Vi incoraggio a diffondere i valori dello sport: così contribuirete a costruire una società più giusta e solidale. E vorrei fermarmi su due parole che ha detto il presidente Malagò. Una è “passione”: contagiate con la passione; questo mondo ha bisogno delle passioni. E la seconda parola è: “campione di vita”. Sì, uno può diventare campione in un successo sportivo, ma “campione di vita” è chi vive con passione, chi vive con pienezza è capace di vivere così. Con questi auspici, mentre assicuro per voi e per le vostre famiglie un ricordo nella preghiera, volentieri invoco su di voi la Benedizione del Signore”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Arco d’Augusto, storia di uno dei simboli di Rimini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento