Cronaca

Il nuovo Dpcm vara il lockdown soft dal 7 al 15 gennaio, slitta il ritorno sui banchi

Zona gialla 'rafforzata' nei giorni feriali con il divieto di spostamento tra regioni e una zona arancione nel fine settimana

Una zona gialla 'rafforzata' nei giorni feriali - con il divieto di spostamento tra le regioni e la conferma della regola che prevede la possibilità di spostarsi verso un'altra abitazione nella regione per massimo due persone - e una zona arancione nel fine settimana. È questa l'impostazione del nuovo decreto approvato in Cdm e in vigore fino al 15 gennaio.

Nel decreto che disciplina le misure anti-Covid dal 7 al 15 gennaio gli spostamenti verso abitazioni private altrui saranno consentite solo nel proprio Comune e non nella propria Regione come indicato nella notte. "Il testo prevede che, nei territori inseriti nella cosiddetta "zona rossa", sia possibile spostarsi, una sola volta al giorno, in un massimo di due persone, verso una sola abitazione privata del proprio comune", si legge nella nuova versione del dl. In sostanza, spiega Palazzo Chigi, è ammesso andare a trovare amici e parenti ma solo nel proprio Comune. Scontro invece sul rientro in classe, con il Pd che chiede un rinvio e Italia Viva che parla di caos inaccettabile. Le lezioni delle superiori riprendono l'11 gennaio.

Il 7 e l'8 gennaio sarà dunque possibile spostarsi all'interno della propria regione e riapriranno bar e ristoranti, con orario fino alle 18. Per il weekend del 9-10, tutta l'Italia sarà in fascia arancione con le stesse eccezioni, negli spostamenti tra i Comuni, previste per le feste natalizie. Sono consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia. È consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le ore 22, e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma”. Il testo prevede anche l'abbassamento della soglia dell'Rt che fa scattare il posizionamento nelle diverse fasce e che sarà in vigore da lunedì 11: con Rt ad 1 si andrà in zona arancione e con l'Rt a 1,25 in zona rossa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo Dpcm vara il lockdown soft dal 7 al 15 gennaio, slitta il ritorno sui banchi

RiminiToday è in caricamento