menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Part conquista il pubblico, le visite guidate si avvicinano al tutto esaurito

I Palazzi dell'Arte ospitano la collezione San Patrignano, una raccolta di opere d'arte che vede in mostra, tra gli altri, Pistoletto e Vanessa Beecroft

I Palazzi dell’Arte di Rimini si sono svelati alla città e la città ha risposto con entusiasmo. Sono centinaia le persone che da giovedì pomeriggio hanno fatto ingresso al Part, il nuovo spazio museale che ospita la Collezione della Fondazione San Patrignano, raccolta di opere d’arte contemporanea donate da artisti, collezionisti e galleristi. Dopo la cerimonia di apertura, la festa per l’inaugurazione prosegue per tutto il fine settimana, con la possibilità fino a domenica di visitare gratuitamente i riqualificati palazzi del Podestà e dell’Arengo, oggi nuovo scrigno di arte e bellezza della città. Già praticamente sold out tutti i posti disponibili per accedere al Part, suddivisi in slot contingentati e a cadenza di mezz’ora, per consentire al pubblico di fruire di una visita in piena sicurezza. E’ comunque possibile rivolgersi al desk di accoglienza allestito all’esterno dei Palazzi per chiedere informazioni in caso di disdette o rinunce e per eventuali visite aggiuntive per gruppi ristretti che saranno organizzate se sarà possibile rispettare le misure di prevenzione sanitaria.

Invece, tra gli ospiti della giornata inaugurale non è passata inosservata l’attrice turca icona dei film di Ferzan Ozpetek, Serra Yilmaz. Insieme a lei tante personalità del mondo culturale e imprenditoriale non solo della città, come il ravennate Federico Marchetti, fondatore di Yoox, azienda attiva nella vendita online nel settore moda e design. 

Le mostre temporanee

Fino al 10 gennaio il Part ospita anche due mostre temporanee, dislocate nello spazio1 del Palazzo del Podestà e nello spazio2 sotto una sigla denominata [APARTE]. La prima mostra è Convivium, con i lavori di cinque artisti dalle personalità dirompenti, diverse e insieme complementari: Francesco Bocchini, Vittorio D’Augusta, Luca Giovagnoli, Marco Neri, Nicola Samorì. Lo spazio2 ospita Magna Carta che propone l’incontro tra la versatilità libera da lacci di Denis Riva e la lettura puntuale e poetica di Massimo Pulini, curatore dell’esposizione. Le mostre sono visitabili con il biglietto d’ingresso al Part.

Proseguono inoltre fino a domenica le speciali visite guidate organizzate dai Musei Comunali  (prenotazione obbligatoria allo 0541 793851, www.museicomunalirimini.it) e gli itineari proposti da Visit Rimini per scoprire la storia e le bellezze della città romana, malatestiana, contemporanea (infoline 0541 53399, info@visitrimini.com, www.visitrimini.com).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Zanzariere, ecco pochi e semplici prodotti per pulirle

Cura della persona

5 consigli per avere una rasatura perfetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento