Il riminese Luchetti alla presidenza della Società Italiana di Chirurgia della Mano

Il Chirurgo ortopedico e Chirurgo della mano riminese Riccardo Luchetti sarà il prossimo Presidente della Società Italiana di Chirurgia della Mano (S.I.C.M) per il biennio 2013-2015

Il Chirurgo ortopedico e Chirurgo della mano riminese Riccardo Luchetti sarà il prossimo Presidente della Società Italiana di Chirurgia della Mano (S.I.C.M) per il biennio 2013-2015. La notizia, anticipata questa mattina in conferenza stampa, sarà ufficializzata il prossimo 3 ottobre al Palacongressi di Rimini in occasione del 51° Congresso Nazionale della SICM sul tema "Artroscopia e Artroplastica del polso: metodiche a confronto".

"E' motivo di orgoglio essere alla presidenza di una società indipendente così importante a livello nazionale e  internazionale - ha dichiarato il Dott. Riccardo Luchetti -. Il primo obiettivo che mi pongo è quello di incontrare l'Ufficio Scolastico Provinciale per rendere operativo e portare nella nostra città, già dal prossimo anno scolastico, quanto convenuto a livello nazionale con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e il Ministero della Sanità  per avviare un rapporto di collaborazione e portare nelle scuole la cultura della prevenzione e la conoscenza degli infortuni e delle patologie dell'arto superiore e  della mano. La mano è l'estremità che nel lavoro è esposta all'infortunio e l'incidenza sul totale è molto alta. Rispetto invece all'attività professionale c'è un punto sul quale credo valga la pena di insistere. La mano è la parte terminale di un processo che inizia a monte ed è per questo che noi 'chirurghi della mano' ci interessiamo anche di gomito e spalla. E tutto ciò che noi facciamo nella mano deve avere un riferimento con il gomito e la spalla perchè non possiamo avere una mano a posto se non c'è qualità a monte. Questa è la cultura che ci ha lasciato il Prof. Augusto Bonola. Ne parleremo nel corso del Convegno di ottobre, dove tra l'altro metteremo a confronto le due metodiche attualmente utilizzate: la chirurgia artroscopica e la chirurgia aperta".

A supporto della specialità Villa Maria ha predisposto specifici investimenti. "Villa Maria - dichiara Gualtiero Antola della Direzione Generale  - crede molto nella Chirurgia della Mano, lo dimostrano i numeri che chiariscono l'evoluzione e l'approccio al tema. Siamo passati da circa 350 interventi nel 2011 a quasi 500 nel 2012 e si tratta di un numero che tende ad aumentare grazie alla valenza dei nostri professionisti fra cui citiamo anche il Dott. Mauro Alfarano e la Dott.ssa Myriam Cecchi che insieme stanno portando questo comparto a livelli di eccellenza e per questo iniziamo ad essere un punto di riferimento. Non a caso abbiamo fatto una serie di investimenti con aziende leader nel settore in attrezzature che consentono di fare interventi con altissima precisione."

Nel corso dell'incontro, è stato affrontato anche il tema della riabilitazione ricordando quello che sarà uno dei maggiori punti di forza di Villa Maria. Così ha commentato Graziano Valli della Direzione Generale. "I lavori in corso per la ristrutturazione e l'ampliamento della sede, prevedono anche che a supporto della Chirurgia dell'arto superiore ci sia una vasca riabilitativa nel piano  interrato. Cinquanta metri di superficie con acqua riscaldata che avrà quattro postazioni con tre livelli di profondità, due delle quali adatte alla riabilitazione dell'arto superiore. L'obiettivo è effettuare percorsi adeguati per il recupero della completa funzionalità nei tempi più brevi possibili".

Prosegue Valli: "Quanto al resto i lavori procedono siamo nei tempi stabiliti dal crono programma e si concluderanno alla fine del 2014 con le nuove quattro sale operatorie già pronte nella seconda metà dello stesso anno e con le quali Villa Maria sarà in grado di affrontare in sicurezza interventi chirurgici anche di elevata complessità. Siamo orgogliosi e crediamo molto in questo progetto complessivo di ristrutturazione e ampliamento che rivede integralmente l'assetto di Villa Maria sia negli aspetti organizzativi interni che nell'accoglienza dei pazienti." Rispetto all'attività complessiva, da inizio anno al 31 maggio scorso a Villa Maria sono stati effettuati 2960 ricoveri di cui 2667 per interventi chirurgici ed erogate circa 20 mila prestazioni ambulatoriali di cui 3 mila esami di Risonanza Magnetica".

Breve profilo di Riccardo Luchetti - Nato a Rimini il 16 dicembre 1953 si è laureato all’Università degli Studi di Modena nel 1978. Specialista in Ortopedia e Chirurgia della Mano presso l’Unità Funzionale di Ortopedia della Casa di Cura Villa Maria dal 2008, il dott. Riccardo Luchetti ha compiuto  numerosi viaggi e stage all'estero e vanta collaborazioni con prestigiosi Istituti esteri (Miami, Barcellona, Strasburgo) svolge la propria attività interessandosi, in particolare, di Chirurgia e rieducazione della Mano, Patologia Traumatica e Degenerativa del Polso, Artroscopia del Polso, Microchirurgia Nervosa e Vascolare, Patologia della Spalla e del Gomito, Rieducazione della Spalla e del Gomito. E’ stato Presidente della Società Europea dell’Artroscopia di Polso, adesso è Vice presidente della Società Internazionale della Patologia della mano e del polso nello sport di cui diverrà Presidente al Termine dell’attuale incarico. Sarà il Presidente della SICM nel periodo 2013-2015.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento