rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca

Il rischio di dure restrizioni mette in allarme parrucchieri ed estetisti: "Sarebbe un colpo decisivo"

Paolo Lo Gioco, presidente direttivo benessere Confartigianato: "Nei saloni c'è un’osservanza militare di quelle norme che ci avevano detto garantiscono sicurezza. Ed è così"

La preoccupazione per possibili nuove e dure restrizioni per chi lavora nel benessere, a causa del rischio contagi, mette in allarme gli operatori del settore. A intervenire è Paolo Lo Gioco, presidente Direttivo Benessere Confartigianato Rimini. "Siamo ripiombati nell’ansia da DPCM. Mi auguro che quanto emerge in queste ore siano solo indiscrezioni destinate a naufragare. La prospettiva di una nuova ‘punizione’ al mondo delle piccole e medie imprese che operano nei servizi alla persona rischia di essere decisiva".

Lo Gioco continua: "Ci hanno imposto, giustamente, un protocollo stringente che abbiamo adottato. Il comparto acconciature, estetica e benessere lavora su appuntamento con presidi sanitari rigorosi. Nei saloni c’è un’osservanza militare di quelle norme che ci avevano detto garantiscono sicurezza. Ed è così. Ora non si capisce perché quel che prima garantiva massima tutela a clienti e operatori oggi è nuovamente il bersaglio del lockdown mirato. Pare abbiano stabilito delle categorie a rischio e quasi automaticamente le considerano nei nuovi provvedimenti, senza valutare il fatto che operano in una condizione di totale sicurezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il rischio di dure restrizioni mette in allarme parrucchieri ed estetisti: "Sarebbe un colpo decisivo"

RiminiToday è in caricamento