Cronaca

Il Sulpl festeggia a Riccione i suoi 30 anni con la polizia locale italiana

In occasione dell'annuale Convegno Nazionale del Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale, oltre 1200 operatori si sono riuniti a Riccione dal 12 al 14 gennaio

Si è concluso sabato il ventunesimo Convegno Nazionale "Noi Siamo la Polizia Locale Italiana" nella cornice dell'Hotel Mediterraneo di Riccione. "Il S.U.L.P.L. ha compiuto 30 anni e abbiamo deciso di festeggiarli in quest'occasione insieme ai nostri colleghi, oltre 1200, provenienti da tutta Italia - spiega il sindacato in un comunicato stampa. - Un evento memorabile sotto ogni punto di vista: formativo, partecipativo, sindacale, politico e familiare. Il nostro Convegno, oltre che un importante momento di formazione è anche un'occasione per sensibilizzare la parte politica, le Istituzioni e la Magistratura verso la Categoria, per farne conoscere le problematiche e per dare risalto all'eccellente attività svolta in tutta Italia nel quotidiano dagli Agenti, nonostante un quadro normativo che non consente alla Polizia Locale di operare con gli stessi strumenti e di avere le stesse tutele delle altre Forze di Polizia. Motivo per cui abbiamo affrontato il tema della "Legalità nella Pubblica Amministrazione e nella Società" con il Procuratore aggiunto della DDA di Catanzaro Vincenzo Luberto e il Capo Servizio della Gazzetta del Sud Arcangelo Badolati, ed abbiamo organizzato una Tavola Rotonda con la Politica sulla Polizia Locale, con l'intervento dell' On. Naccarato (relatore del DdL sulla Polizia Locale), dell' On. Lombardo (movimento Cinque Stelle), del Consigliere Regionale Emilia Romagna_Lega Nord Matteo Rancan e con il Sindaco di Chieti Di Primio (Vice Presidente Anci)".

La sessione politica si è conclusa con l'intervento del Segretario Nazionale Mario Assirelli che si è espresso con toni schietti e piccati, come è solito fare, a dimostrazione del fatto che il Sulpl antepone sempre l'interesse dei Lavoratori a quello personale, per sottolineare l'importanza di far rientrare la Polizia Locale nell'alveolo pubblico dell'art.3 del Decreto legislativo n. 165/2001 (Testo Unico sul Pubblico Impiego) e invitare i Funzionari/burocrati dell'Anci ad ascoltare le indicazioni del Sindacato di Categoria in merito all'iter sul Decreto Sicurezza e a costruire un nuovo rapporto per il bene dei Lavoratori. Ha sottolineato la necessità impellente da parte della Politica di impegnarsi a tutelare gli uomini e le donne in divisa della Polizia Locale, al pari delle altre Divise, "poichè su strada la divisa è una e i rischi sono i medesimi".

"Per lo stesso motivo - conclude il sindacato - con la minaccia terroristica che incombe su tutti è necessario permettere ai nostri operatori di accedere allo SDI ed armare la Polizia Locale su tutto il territorio nazionale. Un momento molto emozionate e sentito è stato quello della consegna dei riconoscimenti ai colleghi che si sono particolarmente distinti nel 2016 nell'adempimento del dovere, mettendo a repentaglio la propria incolumità per l'altrui interesse e, la consegna delle Medaglie d'Oro ai familiari dei nostri nostri caduti, vittime del dovere. Li premiamo noi, in quanto Sindacato di Categoria, vista l'assenza dello Stato e delle Istituzioni a qualunque livello".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Sulpl festeggia a Riccione i suoi 30 anni con la polizia locale italiana

RiminiToday è in caricamento