menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sindaco di Misano incontra i gestori delle discoteche: "Fatto il punto sulla sicurezza e Ferragosto"

Il primo cittadino Piccioni: "Abbiamo chiesto il controllo rigoroso delle aree esterne e un’attenta gestione dell’audio e limitando i vocalist fino alle 3"

Massima collaborazione e massima attenzione al rispetto dei protocolli di sicurezza: è quanto chiesto mercoledì dall’amministrazione comunale di Misano Adriatico ai gestori delle quattro discoteche presenti sul territorio, Byblos, Living, Peter Pan e Villa delle Rose in vista del weekend di Ferragosto. L’incontro, al quale hanno preso parte anche il Comandante della Polizia Intercomunale Achille Zechini, il responsabile di Presidio Aleandro Carboni e l’assessore Filippo Valentini, è stato proficuo.

“Abbiamo fatto il punto in vista del Ferragosto, ma anche dei prossimi 10 giorni, che saranno il periodo più ‘caldo’ – commenta il sindaco di Misano Fabrizio Piccioni -. E’ necessaria la collaborazione da parte di tutti, istituzioni, forze dell’ordine e, naturalmente, gestori dei locali. A loro abbiamo chiesto la massima attenzione per la limitazione degli accessi, nel rispetto dei protocolli di sicurezza esistenti, ma anche il controllo rigoroso delle aree esterne, soprattutto per le discoteche che sorgono vicino ad aree abitate, e un’attenta gestione dell’audio, controllando il più possibile il volume della musica e limitando i vocalist fino alle 3.00. Ci troviamo in un periodo delicato e l’affluenza prevista nei prossimi giorni è alta. E’ sicuramente fondamentale un comportamento responsabile da parte dei giovani, ma la buona riuscita delle serate non dipenderà solo da loro. Ci siamo lasciati con l’impegno ad aggiornarci e a monitorare la situazione”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Decoupage, trasforma gli oggetti in piccole opere d'arte

social

3 ricette con Carciofi da provare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento