rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca

Il sindaco Gnassi firma a Roma la convenzione con il Governo per il contributo di 18 milioni

Appuntamento il 18 dicembre per accedere ai contributi del Bando delle Periferie. Entro 60 giorni il progetto definitivo

Sarà lunedì 18 dicembre la data in cui il Sidaco di Rimini Andrea Gnassi firmerà la convenzione con il Governo per accedere al contributo di 18 milioni previsto dal “Bando periferie” con cui sarà cofinanziata una parte dell’intervento per la riqualificazione urbana e ambientale e per il recupero delle vocazioni identitarie dei luoghi dell’area turistica di Rimini nord. Accelera e si concretizza quindi il rapido iter che porterà all’elaborazione del progetto definitivo ed esecutivo dopo la pubblicazione della delibera del Cipe dello scorso novembre, con la quale si è ufficializzato  l’assegnazione delle risorse finanziarie del Fondo Sviluppo e Coesione. Da lunedì 18, una volta sottoscritta in via definitiva la convenzione infatti, entro 60 giorni dovrà essere elaborato il progetto definitivo, mentre entro i successivi 60 giorni dovrà invece essere pronto il progetto esecutivo. Tutta la progettazione dunque sarà completata in circa quattro mesi dalla sottoscrizione della convenzione.

Il “Progetto per la riqualificazione urbana e ambientale e per il recupero delle vocazioni identitarie dei luoghi dell'area turistica di Rimini nord”, che ha un costo complessivo di 18 milioni di euro, fa parte del Parco del Mare e vuole favorire la rigenerazione urbana, lo sviluppo e l’accessibilità di un’area strategica della città attraverso tre interventi. In particolare primo intervento riguarda la riqualificazione urbana e ambientale dei lungomari da Torre Pedrera a Rivabella, con la creazione di un’ampia passeggiata continua di 6,3 km, l’inserimento di percorsi pedonali e ciclabili, la creazione di spazi di aggregazione, nuovi arredi e illuminazione. I tratti di lungomare avranno poi trattamenti diversi a seconda delle località, esaltando gli elementi identitari e favorendone la fruizione. Il secondo intervento ha come obiettivo il potenziamento dell’asse viario Mazzini, Caprara, Serpieri e Domeniconi e prevede l’ampliamento della sede stradale che corre a lato della ferrovia, in modo da renderla percorribile nei due sensi di marcia, la realizzazione di un sottopasso in corrispondenza di via Lamarmora per il collegamento con la viabilità esistente. Il terzo intervento riguarda infine la realizzazione di nuovi parcheggi a monte, con accesso da via Gaza e l’ampliamento del parcheggio di via Foglino, per assicurare un’adeguata risposta ai bisogni di posteggio presenti nell’area, che accresceranno con la realizzazione del nuovo lungomare. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Gnassi firma a Roma la convenzione con il Governo per il contributo di 18 milioni

RiminiToday è in caricamento