rotate-mobile
Cronaca Riccione

Il “trenino” del Pedibus riparte con quattro nuove linee

Il Pedibus riccionese si arricchisce di sei nuovi “trenini” di bimbi delle elementari, che raggiungeranno così ogni mattina le loro scuole a piedi, in fila indiana, con i loro cappellini colorati e i giubbetti fluorescenti

Il Pedibus riccionese si arricchisce di sei nuovi “trenini” di bimbi delle elementari, che raggiungeranno così ogni mattina le loro scuole a piedi, in fila indiana, con i loro cappellini colorati e i giubbetti fluorescenti, scortati a turno da genitori volontari. il progetto-pilota del Pedibus è partito nel maggio dello scorso anno, in via sperimentale, con i bambini della Scuola elementare Fontanelle di via Capri e le loro famiglie. Alle tre linee attive da allora (la rossa, con capolinea alla Parrocchia Stella Maris di via Sicilia; la gialla, in partenza dal campo sportivo ASAS di via Puglie; la verde, dal Parco di via Ortona) se ne aggiungono ora altre sei: quattro di queste convergono sulla Scuola elementare Annika Brandi e due sulla Scuola di San Lorenzo di viale Bergamo.

Anche in questo caso, l’avvio del nuovo stralcio del progetto Pedibus – che coinvolge così circa 200 bimbi - è stato preceduto da diversi incontri che, su coordinamento del Comando della Polizia Municipale, hanno coinvolto dirigenti scolastici, insegnanti e genitori. L’obiettivo principale del Pedibus rimane quello di stimolare i bambini a conoscere la città, favorire la loro autonomia individuale, migliorare la qualità ambientale e combattere il sovrappeso infantile. Ultimo obiettivo, ma non secondario, quello di sottrarre traffico automobilistico – in questo caso circa 200 automobili in meno - davanti alle scuole e nelle strade della città nell’ora di punta.

Anche le nuove linee sono state studiate a passo a passo dal Gruppo di lavoro della Polizia Municipale che si occupa di sicurezza stradale: ogni percorso ha i suoi snodi e le sue fermate intermedie, segnalate con disegni e cartelli; chi non arriva puntuale alla fermata può sempre accelerare il passo e raggiungere la fermata successiva, per unirsi al gruppo in marcia. I genitori sono dotati di elenchi, registri settimanali e persino piani di viaggio.

Per raggiungere la Scuola Annika Brandi sono stati tracciati quattro percorsi. Linea gialla: partenza da via Montebianco, all’inizio della pista ciclabile; via Po, via Oglio. Linea blu: capolinea in piazza Bologna, via Emilia, via Finale Ligure. Linea verde: da piazzale Sacco e Vanzetti, via cavalcanti, via Finale Ligure. Linea rossa: dalla piazzetta di Spontricciolo, via Alessandria, via Portofino. Per raggiungere la Scuola Elementare San Lorenzo: Linea viola: partenza da via San Lorenzo (di fronte rist. Tacabanda); viale veneto, via Bergamo. Linea arancio: capolinea in via Marostica; viale veneto, via Bergamo.

Il Progetto Pedibus è coordinato dal Comando di Polizia Municipale di Riccione, in collaborazione con i dirigenti scolastici Sandra Villa (Istituto comprensivo Riccione 1) e Paride Principi (Istituto comprensivo Riccione 2), gli insegnanti dei plessi coinvolti, e la consulenza del dott. Danilo Gambarara,  Divisione di medicina della Sport dell’Ausl di Rimini.

Secondo i dati forniti dall’AUSL Rimini, in base a ricerche effettuate in Provincia di Rimini nel 2008, il 30 per cento dei bambini tra gli 8 e 9 anni sono in sovrappeso, di questi il 10 per cento tende all'obesità. Motivo di questa tendenza: i bambini sempre più sedentari, seduti al mattino tra i banchi di scuola, e in seguito al computer, ai videogiochi, alla tivù e simili. Il Pedibus, da solo, certo non risolve il problema, ma rappresenta – secondo gli esperti - un ottimo incentivo al movimento in gruppo, visto come gioco. Attualmente il 90% dei bambini di Ricione viene accompagnato a scuola in auto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il “trenino” del Pedibus riparte con quattro nuove linee

RiminiToday è in caricamento