Cronaca

"Il vaccino serve per vivere", Gnassi lancia un appello alla vaccinazione

Un invito del sindaco di Rimini non solo a fare il vaccino, ma anche a convincere gli altri a farlo

Un invito non solo a fare il vaccino, ma a convincere gli altri a farlo. Lo chiede il sindaco di Rimini Andrea Gnassi ai cittadini con un chiarissimo appello: "Vacciniamoci. E chiediamo ai nostri amici, conoscenti, famigliari di farlo. Chiediamolo anche noi sindaci alle nostre comunità. Senza paura, senza timori, senza ambiguità. Diamo l'esempio noi per primi, vaccinandoci". La pandemia, argomenta, sta modificando "in maniera sensibile comportamenti, direzioni di marcia, economie e vite". Per cui "la rapidità e la determinazione con la quale combattiamo la battaglia contro il Covid in queste settimane e in questi mesi darà forma alla ripresa", a partire dalle scuole a settembre. "Il vaccino serve per vivere, andare a scuola, lavorare, uscire di casa, stringersi". Per cui, prosegue Gnassi, se la campagna vaccinale è "la strada maestra" e il green pass "la soluzione migliore per evitare provvedimenti molto più severi, fa male registrare" un territorio, "soprattutto in alcune sue parti, meno sensibile al richiamo della salute pubblica". Da qui l'appello ai colleghi a essere "elementi propositivi: non può esistere destra o sinistra o ricerca strumentale del consenso. In una comunità locale, nazionale e internazionale, conclude il sindaco di Rimini, "la libertà esiste dentro un sistema di regole e comportamenti: non dobbiamo forse avere e mostrare una patente per guidare? Un passaporto per viaggiare? Vacciniamoci".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il vaccino serve per vivere", Gnassi lancia un appello alla vaccinazione

RiminiToday è in caricamento