Il volto della crisi: per coprire i debiti imprenditore diventa rapinatore

I carabinieri son risaliti all'identità del 60enne grazie alle immagini delle telecamere di sicurezza delle banche che rapinava, sempre a volto scoperto solo indossando occhiali da sole e armato di cutter

Foto di repertorio

Per colpa della crisi l'attività commerciale che gestiva è stata pignorata. E per giunta è stato anche lasciato dalla moglie. Così per poter pagare le bollette di casa ed i debiti si è inventato rapinatore, colpendo nel giro di un meso e mezzo in tre istituti di credito. L'ultimo colpo però gli è stato fatale: in manette è finito un imprenditore 60enne originario del Venezuela, ma con cittadinanza italiana e residente da una vita a Cattolica.

I carabinieri son risaliti all'identità del 60enne grazie alle immagini delle telecamere di sicurezza delle banche che rapinava, sempre a volto scoperto solo indossando occhiali da sole e armato di cutter. Essendo incensurato gli uomini dell'Arma l'hanno riconosciuto perché caso ha voluto che fosse vicino di casa di un carabiniere. L'imprenditore finito in disgrazia ha messo a segno il primo colpo il 29 gennaio ai danni del Monte dei Paschi di Siena, filiale di Morciano di Romagna. Quando è scappato col bottino da 8mila euro ha urlato ai cassieri della banca "siete voi i ladri".

Il sessantenne ha diversi protesti bancari. Poi ha colpito il 14 marzo alla Carim di Riccione portando via 4000 euro e infine il 19 marzo alla Banca Popolare Valconca di Sant'Andrea in Casale con un bottino di 8mila euro. Ma dei circa 20 mila euro accumulati con le rapine i carabinieri in casa del 60enne hanno recuperato solo 800 euro. Gli altri soldi, ha dichiarato al momento dell'arresto, erano serviti a pagare parte dei debiti. Quando i militari sono arrivati al domicilio dell'imprenditore, che come attività acquistava e rivendeva pezzi in stock, anche ad esempio, e pagine gialle che poi consegnava ai clienti, c'erano con lui i due figli piccoli che sono stati accompagnati dalla nonna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento