Imperfetto di nome e di fatto, la Municipale chiude bar completamente abusivo

Oltre ad occupare il suolo pubblico era sprovvisto di qualsiasi autorizzazione, sia amministrativa che igenico-sanitario per svolgere l’attività di somministrazione di alimenti e bevande

Proseguono i controlli della Polizia Locale sui pubblici esercizi, al fine di garantire il  rispetto delle norme sulla gestione delle attività imprenditoriali. Durante un controllo effettuato sulla regolare occupazione del suolo da parte degli agenti del distaccamento di Viserba è spuntato un locale, sul litorale nord, che non aveva nessun titolo per il posizionamento sul suolo comunale di tavoli e sedie. Inoltre il locale risultava sprovvisto di qualsiasi autorizzazione, sia amministrativa che igenico-sanitario per svolgere l’attività di somministrazione di alimenti e bevande. A finire nei guai è stato l'Imperfetto Cafè, realizzato davanti alla spiaggia 33, i cui titolari si sono visti arrivare verbali amministrativi per un totale di € 4.032,00 oltre a € 273,00, per l’infrazione al Codice della strada riferita all’occupazione abusiva del suolo pubblico, che prende anche la sanzione accessoria della rimozione di tavoli e sedie. Le violazioni sono state segnalate al Settore Attività Economiche di Rimini per l’emanazione del  provvedimento di chiusura immediata, oltre ad essere segnalate alle altre autorità competenti  (Cosap, Tari e Guardia di Finanza), per la valutazione di eventuali provvedimenti successivi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

Torna su
RiminiToday è in caricamento