Imu, per pagare la prima rata c’è tempo fino al 17 giugno

L’amministrazione comunale ricorda l’importante scadenza del 17 giugno, per il pagamento della prima rata dell’IMU, che proprio nel 2013 diverse novità.

L’amministrazione comunale ricorda l’importante scadenza del 17 giugno, per il pagamento della prima rata dell’IMU, che proprio nel 2013 diverse novità. Anche quest’anno è attivo lo sportello "IMU FACILE", in via Ducale 7, dove il personale qualificato dell'Ufficio Tributi riceve tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 13.15 e il giovedì con orario continuato dalle ore 9 alle ore 17. Durante l'intero orario di lavoro, è disponibile anche il servizio di assistenza telefonica, effettuato da più operatori che rispondono al numero 0541/704631 (n. 4 linee).

Il versamento deve essere effettuato per tutti gli immobili posseduti, ad eccezione delle seguenti categorie, per le quali il pagamento è sospeso:
- abitazione principale e relative pertinenze, con esclusione dei fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9; beneficiano della sospensione anche le abitazioni principali di categoria catastale da A/2 ad A/7 e relative pertinenze, possedute a titolo di proprietà o di usufrutto, da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che le stesse non risultino locate;
- unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale  dei soci assegnatari e relative pertinenze, nonché alloggi regolarmente assegnati dall'ACER;
- terreni agricoli e fabbricati rurali;

L’ imposta dovrà essere versata tutta al Comune salvo per gli immobili classificati nel gruppo catastale "D", per i quali è prevista la riserva allo Stato della quota d’imposta calcolata con l'aliquota dello 0,76% e con il nuovo coefficiente di capitalizzazione pari 65 (per i D5 resta 80).

Il versamento è pari al 50% dell'imposta dovuta per l'intero anno 2013 e deve essere calcolato sulla base delle aliquote e detrazioni stabilite dal Comune per il 2012, in quanto quelle approvate nel 2013 sono applicabili alla rata di Saldo (16 dicembre), con conguaglio dell’imposta dovuta per l’intero anno. Queste le importanti agevolazioni approvate dal Consiglio Comunale per il 2013:
- riduzione dell’aliquota da 0,99% a 0,89% per gli immobili ad uso produttivo classificati in categoria catastale D/1 e D/7;
- riduzione dell’aliquota da 0,76% a 0,7% per abitazioni e relative pertinenze concesse in locazione, con contratto registrato, alle condizioni definite nei patti territoriali di cui alla L. n. 431/98, art. 2 c. 3, art. 5 commi 1, 2 e 3 (canoni concordati);
- riduzione dell’aliquota da 0,76% a 0,7% per abitazioni e relative pertinenze locate o concesse in comodato, con contratto registrato, agli EELL e/o all'ACER per soddisfare esigenze abitative di carattere transitorio, se il contratto di locazione è stipulato alle condizioni di cui ai patti territoriali ai sensi dell’art. 2, c. 3, e dell’art. 5 commi 1, 2 e 3 della L. n. 431/98;
- riduzione del tasso di interesse dal 5% al 2,5% per i carichi arretrati;
- maggiore flessibilità e minori costi per la rateizzazione dei carichi arretrati.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento