menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In casa anfore antiche e i resti di una colonna romana, denunciato corianese

A tradire l'uomo la vendita, su internet, della colonna che ha fatto scattare l'intervento dei carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale

Utilizzava i resti du una colonna romana come fioriera e, un corianese, aveva deciso di mettere in vendita il reperto archeologico su internet al prezzo di 3mila euro ma la transazione è stata scoperta dai carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale. Nella tarda mattinata di lunedì, i militari dell'Arma hanno quindi perquisito l'abitazione dell'uomo scoprendo, oltre alla colonna, anche i resti di 15 anfore verosimilmente risalenti al periodo romano e di provenienza locale. Tutto i reperti sono stati sequestrati mentre, per il corianese, è scattata la denuncia per impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato e ricettazione. Gli inquirenti dell'Arma sono al lavoro per accertare come l’uomo sia venuto in possesso dei resti, omettendo tra l’altro di darne comunicazione alla Soprintendenza dei Beni Archeologici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento