rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

In coma dopo un incidente in monopattino. "Mi è apparso Simoncelli e ha detto che mi sarei salvato"

Il ventenne ha rivelato ai genitori di avere incontrato un ragazzo dai folti capelli biondi che, seduto su una moto col numero 58, l’avrebbe tranquillizzato

Marco Sias, ventenne di Iglesias (Sardegna), operato per delle emorragie cerebrali riportate a seguito di un grave incidente con il monopattino occorsogli lo scorso novembre, ha rivelato di essere stato destato dal coma da una figura su una due ruote. La storia ha fatto il giro dell’Italia a seguito del racconto rilasciato dal giovane al quotidiano l’Unione Sarda: “Ho fatto delle ricerche sulla moto che ho visto mentre ero incosciente - racconta Sias - e ho riconosciuto il mezzo, il numero e il viso del ragazzo che mi ha parlato. Era Marco Simoncelli, l’ex campione di MotoGp scomparso nel 2011. Sono rimasto molto colpito perché non sapevo chi fosse, non seguo lo sport e non avevo mai sentito parlare di lui. Mi ha detto che stava bene e di non preoccuparmi, perché mi sarei risvegliato”.

Al risveglio dal coma il ventenne aveva rivelato ai genitori d’avere incontrato un ragazzo dai folti capelli biondi e un cerotto bianco sul naso che, seduto su una moto col numero 58, l’avrebbe tranquillizzato dicendogli che presto si sarebbe risvegliato dall’incubo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In coma dopo un incidente in monopattino. "Mi è apparso Simoncelli e ha detto che mi sarei salvato"

RiminiToday è in caricamento