In Comune 2500 cittadini “alti un metro e una spanna”

"Mi piace che ci siano cittadini come voi. Mi piace che ci siano cittadini "alti meno di un metro e una spanna"", ha detto il sindaco Gnassi dopo averli misurati per gioco a uno a uno

Sono circa 2.500 i bambini che, dall’inizio dell’anno scolastico, hanno incontrato il Sindaco e il Vicesindaco Lisi in residenza comunale o nelle proprie scuole nel corso delle numerose visite fatte, e quella di giovedì mattina, dei 26 bimbi della scuola comunale d’infanzia Il Galeone accompagnati dalle loro maestre, è stata solo l’ultima.

Fontane, fiori, farfalle, prati e tanti giochi, dalle altalene agli scivoli, alle piste ciclabili, ai campi da basket, a quelli di calcio sono i sogni e i desideri che i bimbi del “Galeone” di Viserba hanno espresso questa mattina durante la visita al Sindaco e Vicesindaco, che li hanno accolti raccogliendo le idee e le fantasie dei bambini espresse nei tanti disegni coloratissimi con cui hanno voluto raccontare “cosa vorremmo nella nostra città”.

“Mi piace che ci siano cittadini come voi. Mi piace che ci siano cittadini “alti meno di un metro e una spanna” – ha detto il sindaco Gnassi dopo averli misurati per gioco a uno a uno – che possano desiderare e vogliano beni preziosi per la vita di tutti. Attorno a questi bisogni e desideri si può persino ricostruire un’economia, rifare quartieri, far ripartire lo sviluppo. E chi ha detto che bisogna incontrare solo i soliti noti o solo gli adulti? Troppo spesso mi accade di incontrare cittadini adulti, “alti più di un metro e una spanna”, che spesso mi chiedono cemento e parcheggi perché non riescono neppure a immaginare di muoversi senz’auto.”

“E mi piace che siate qui – ha proseguito il Sindaco mostrando dai terrazzi del proprio ufficio la stupenda veduta della città da una prospettiva per tutti (anche per la maestra che “in quarant’anni di lavoro per il Comune non ero mai stata qui”) inusuale - con la vostra energia e fantasia per chiedermi una città diversa, dove sia naturale che un bimbo come voi possa andare a scuola da solo, magari in bicicletta. Questa è la vostra casa, la “casa comune” aperta a tutti i cittadini e specie ai cittadini come voi “alti meno di un metro e una spanna”.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento