In preda a una crisi depressiva tentano di far saltare in aria la casa

Madre e figlia hanno tentato il gesto estremo mettendo in pericolo tutti i residenti di una palazzina

Momenti di paura, nel pomeriggio di mercoledì, in una palazzina dell'entroterra riccionese dove madre e figlia hanno tentato il gesto estremo rischiando di far saltare in aria una palazzina. L'allarme è scattato intorno alle 15 quando il personale del 118, arrivato sul posto, ha chiesto l'intervento di una pattuglia dei carabinieri. I sanitari, giunti nell'abitazione di una 82enne e della figlia 58enne entrambe già note ai servizi sociali per i loro problemi di depressione, si sono trovati davanti una scena agghiacciante. La più giovane si era inferta delle ferite al collo, e giaceva agonizzante nel letto non prima di aver aperto i tubi del gas che aveva già saturato l'appartamento, mentre l'anziana si era arrampicata sul davanzale minacciando di gettarsi nel vuoto.

I carabinieri, temendo una esplosione, hanno fatto evacuare la palazzina cercando allo stesso tempo di salvare le aspiranti suicide. Approfittando di un momento di distrazione il maresciallo Cosimo De Falco, comandante della Stazione locale, ha afferrato l'82enne riuscendo a trascinarla all'interno dell'appartamento scongiurando così il suo gesto estremo mentre l'appuntato Antonio Gallicchio ha provveduto ad arieggiare la casa per disperdere il gas e a prestare i primi soccorsi alla 58enne per poi consegnarla ai sanitari del 118.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo, sul posto sono accorsi anche i vigili del fuoco che hanno provveduto a chiudere i rubinetti del metano e a mettere in sicurezza tutta la zona. Entrambe le donne, soccorse dai sanitari arrivati con due ambulanze, sono state poi trasportate al pronto soccorso. Giudicate non in pericolo di vita, sono state quindi ricoverate in regime di Trattamento Sanitario Obbligatorio presso il reparto di psichiatria dell’Ospedale di Rimini.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Vede la Polizia e si catapulta fuori dall'auto in corsa: raggiunto dopo un'estenuante fuga per i campi

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento