Cronaca

In provincia di Rimini il tasso di positività crolla all'1,5%

Dopo i picchi dell'inizio della terza ondata, che vedevano il territorio maglia nera per numero di nuove positività, questa settimana i numeri fanno segnare un decisivo miglioramento rendendoci la migliore provincia della Romagna

L'ausl Romagna ha pubblicato i dati su base settimanale dell'andamento dell'epidemia di covid nel territorio di sua competenza e, dall'analisi del periodo compreso tra il 31 maggio e il 6 giugno, si evidenzia una progressiva stabilizzazione dei dati relativa ai nuovi casi positivi nel territorio romagnolo. Nella settimana di riferimento, si sono verificate 404 positività su un totale di 19.655 tamponi eseguiti; si osserva quindi un tasso di positività del 2,1%. Non si riscontrano focolai attivi nelle case residenziali per anziani dove e? stata completata la campagna vaccinale. Anche il numero dei focolai nelle scuole e? in riduzione mentre, per quanto riguarda la provincia di Rimini, non ci sono segnalazioni già da diverse settimane. Negli operatori sanitari si conferma il trend della drastica riduzione delle nuove diagnosi sempre in rapporto alla campagna vaccinale. Rispetto alle previsioni del Piano aziendale si registra un tasso di occupazione di posti letto da parte di pazienti affetti da COVID, che ci pone nel livello verde. In totale sono ricoverati 45 pazienti, di cui 4 in terapia intensiva. Il tasso di occupazione complessivo e? in calo (-21%) da piu? di due mesi e anche il tasso di occupazione della terapia intensiva (-50%) e? in calo da piu? di due mesi. La curva del numero dei decessi e? in calo da 9 settimane consecutive. In continuo aumento il numero dei soggetti vaccinati nei centri vaccinali aziendali con la prima dose (452.798 al 7 giugno a cui vanno aggiunte 35.961 dosi somministrate dai MMG) .

Dopo i picchi dell'inizio della terza ondata, che vedevano la provincia di Rimini maglia nera per numero di nuove positività, questa settimana il nostro territorio ha fatto segnare un decisivo miglioramento con soli 84 casi che ne hanno fatto la migliore provincia della Romagna. Anche la percentuale dei casi sui tamponi eseguiti è crollata fino ad arrivare all'1,5%. Per quanto riguarda i decessi, la provincia riminese conta 1073 morti dall'inizio dell'epidemia ma, nelle ultime due settimane, la media si è fermata a 3 ogni 7 giorni.

“Anche i dati di questa settimana consolidano  il netto calo della circolazione del virus sul nostro territorio - commenta Mattia Altini, direttore Sanitario di Ausl Romagna. - Una conferma che arriva anche guardando i numeri dei ricoveri negli ospedali (-21% ) e nelle Terapie Intensive (-50%). Anche la curva dei decessi è stabilmente in calo. A questo quadro positivo, si accompagna la massiccia campagna vaccinale con l’apertura alla prenotazione per tutte le fasce d’età ancora da vaccinare, alle categorie degli operatori turistici e di tutti gli altri lavoratori, che stanno iniziando le somministrazioni all’interno degli Hub vaccinali definiti dalle loro associazioni di categoria. Siamo quindi ad un giro di boa importante e il nostro invito a tutti è ancora una volta quello di aderire con convinzione alla vaccinazione, unico strumento che abbiamo finalmente a disposizione per buttarci alle spalle definitivamente l’interminabile e tragico tempo trascorso di convivenza con il virus”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In provincia di Rimini il tasso di positività crolla all'1,5%

RiminiToday è in caricamento