rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Quando la musica unisce, in tremila nel giorno della Liberazione con i Modena City Ramblers

Un pomeriggio denso di emozioni, di note potenti e valori ancora più potenti per il concerto dei Modena City Ramblers

Un pomeriggio denso di emozioni, di note potenti e valori ancora più potenti per il concerto dei Modena City Ramblers, al parco della Serra Cento Fiori. Famiglie, giovani, adulti, qualcuno dice oltre 3 mila persone nel prato, tutti in piedi a ballare e poi, all’unisono, a scandire Bella ciao. "Tremila? Forse sì, forse no, non li abbiamo potuti contare – dice Cristian Tamagnini, presidente della Cooperativa Sociale Cento Fiori - ma di certo il prato era gremito di persone di tutte le età, tutti con la voglia di fare festa e divertirsi nel nome della libertà. Voglio ringraziarli tutti: insieme ai Modena City Ramblers, Ellen River, Checco Mussoni ci hanno restituito tante emozioni e fatto concludere il nostro primo quarantennale in un mare di affetto. E con loro quanti hanno lavorato per far riuscire questa festa, colleghi, cooperatori, amici".

Il cielo grigio anche all’una del pomeriggio ha continuato a far temere il peggio per una giornata di festa, ma alla fine le nubi si sono squarciate. Il prato sotto al sole ha cominciato a colorarsi di coperte mentre gli artisti si alternavano nel soundcheck e gli attivisti preparavano i loro banchetti informativi: l’Anpi di Rimini e la sezione Brigata Corbari la mostra dedicata al partigiano Tabac, Il Manifesto, Casa Madiba, Amnesty Inetrnational, Avvocati di Strada, gli anarchici e infine gli educatori del canile di Rimini e di Vallecchio, mentre dal parco XXV aprile e dalle vie affluivano sempre più persone.

Francesco Checco Mussoni ha aperto il concerto con due brani del ellepi, uno dei quali dedicato ai partigiani, poi Ellen River con sue musiche e due omaggi ai Modena City Ramblers. La musica ha lasciato il posto all’impegno civile, con un breve saluto dell’Anpi di Rimini, rappresentato da Mirco Botteghi. Poi il saluto della Cento Fiori: Cristian Tamagnini ha ringraziato il pubblico e, con Werther Mussoni, storico presidente della cooperativa, insieme hanno ripercorso le tappe fondamentali dei 40 anni di lotta alle dipendenze, dal dilagare dell’eroina a Rimini quando è stata fondata, nel maggio 1981, ai traguardi di oggi, sempre nel segno della scientificità del trattamento, nel rapporto con il settore pubblico e del rispetto della dignità dei pazienti. Poi tutti in piedi: l’energia dei Modena City Ramblers e del pubblico hanno creato con note e balli l’alchimia di una bellissima festa civile che ha unito tutti, come la Liberazione cominciò a unire tutti gli italiani democratici il 25 aprile 1945.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quando la musica unisce, in tremila nel giorno della Liberazione con i Modena City Ramblers

RiminiToday è in caricamento