menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In un campo di via Monte l’Abate ritrovati dei fucili da caccia rubati

Le armi erano sparite lo scorso 2 dicembre dalla casa di un cacciatore riminese visitata dai ladri. Nel corso del 2013 sono state oltre cento le armi da fuoco, tra fucili, pistolee rivoltelle, e più di 4000 cartucce sequestrate dai militari dell'Arma

Nel tardo pomeriggio di domenica i carabinieri sono intervenuti in un campo di via monte l'Abate dove, un passante, aveva segnalato la presenza di alcuni fucili da caccia abbandonati. I militari dell'Arma, dopo aver individuato le armi, le hanno portate in caserma e, dai riscontri, è emerso che i fucili facevano parte di un colpo messo a segno dai topi d'appartamento a Rimini. Il furto era avvenuto lo scorso 2 dicembre quando i malviventi, dopo essere entrati nella casa fi un cacciatore riminese, avevano rubato l'armadio metallico dove erano custodite. Al termine delle pratiche di rito, i fucili sono stati riconsegnati al proprietario. 

Nel corso del 2013 sono state oltre cento le armi da fuoco, tra fucili, pistole e rivoltelle, e più di 4000 cartucce sequestrate dall’Arma dei carabinieri nella Provincia di Rimini. Diverse sono anche le motivazioni alla base dei provvedimenti di sequestro che, in parte, rispondono a dettami dell’Autorità Giudiziaria in relazione ad armi e munizioni costituenti a vario titolo corpo di reato, oppure a disposizioni di natura preventiva o cautelare a seconda che le armi siano di pertinenza al reato o che invece si ritenga, sulla base di elementi oggettivi, che il detentore possa essere capace di abusarne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento