Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Novafeltria

In Valmarecchia parte il nuovo servizio di “Trasporto sociale a chiamata anziani e disabili”

Il servizio va ad aggiungersi ad altre iniziative del Terzo settore per aiutare i residenti della vallata in difficoltà

Le efficaci relazioni tra Unione di Comuni Valmarecchia ed il Terzo Settore hanno determinato negli ultimi tempi la realizzazione e l’implementazione di molti Servizi Sociali sempre più legati ai reali bisogni delle persone più fragili. Proprio in questi giorni sta prendendo avvio il nuovo Servizio di “Trasporto Sociale a Chiamata Anziani e Disabili” che è stato affidato, a seguito di Istruttoria pubblica, ad un gruppo di operatori sociali della valle(Associazione AOVAM, Croce Verde Novafeltria e  Associazione Alzheimer Rimini) coordinati dalla Croce Rossa Italiana – Comitato di Rimini. Il tutto nasce da una semplice riflessione: attivare un servizio che sostenga maggiormente le persone Anziane e Disabili in situazione di fragilità anche economica in un territorio - quello dell’Alta Valle appunto – in cui l’accesso a molti servizi dipende proprio dalla possibilità di avere un adeguato sistema di trasporto. Proprio per questo motivo, sono state previste quote di compartecipazione al servizio molto basse ed anche una fascia di esenzione totale – servizio completamente gratuito - per coloro che hanno ISEE inferiore a €. 10.000,00.

Inoltre, a sottolineare il carattere “sociale” del servizio, l’accesso avviene attraverso un breve colloquio con le Assistenti Sociali del territorio, compilando una semplicissima scheda. A breve il Servizio sarà ulteriormente ampliato attraverso una nuova auto attrezzata per il trasporto disabili il cui acquisto è stato possibile attraverso il progetto finanziato da “Aree Interne” denominato “EMIAV12-M1 - Trasporto Sociale Valmarecchia”. Si registra inoltre una elevata affluenza anche per il Servizio di “Accompagnamento per facilitare l’accesso ai servizi sanitari e socio sanitari a favore di persone in condizioni di vulnerabilità conseguenti a specifica patologia”, co-gestito dall’Associazione di Volontariato A.O.V.A.M in collaborazione con l’Unione dei Comuni Valmarecchia e l’Azienda USL della Romagna – Distretto di Rimini; questo servizio, partito nel 2019, ha ultimamente beneficiato di un maggiore finanziamento da parte dei due partner istituzionali proprio per sostenere il gran numero di utenti che lo utilizzano giornalmente.

L’Associazione di Volontariato AOVAM si è distinta anche per aver donato 100 litri di olio extravergine di oliva ad utenti in stato di difficoltà economica residenti sul territorio dell’Alta Valmarecchia, individuati proprio dall’Ufficio Servivi Sociali dell’Unione e consegnati gratuitamente al domicilio delle famiglie, da parte dell’Associazione di Volontariato “Alta Valmarecchia Soccorso” di Talamello.

“La rete creata fra le Istituzioni e il Terzo Settore – spiega il Presidente dell’Unione di Comuni Valmarecchia Stefania Sabba – rappresenta il vero valore aggiunto dei Servizi offerti alle persone; come Unione, cercheremo sempre di migliorare tali rapporti, in quanto essenziali per un welfare generativo, partecipato e vicino ai più bisognosi”. “Come Sindaco di Novafeltria e Assessore ai Servizi Sociali dell’Unione – spiega Stefano Zanchini – sono particolarmente felice di queste collaborazioni; nate in un momento di grave disagio dovuto dalla pandemia di Covid19, si sono dimostrate veramente efficaci. Mi piace per questo ricordare gli oltre 1700
pacchi alimentari realizzati dall’Unione di Comuni Valmarecchia e Caritas Diocesana San Marino Montefeltro e consegnati gratuitamente dall’Associazione “Alta Valmarecchia Soccorso” negli ultimi 2 anni. Proprio con Caritas Diocesana San Marino-Montefeltro, nel Dicembre 2020, è stato sottoscritto un Accordo per l’attivazione di azioni sinergiche e coordinate a contrasto della povertà, in base al quale, speriamo entro breve, di realizzare, in collaborazione anche con tutte le Associazioni del terzo settore, l’apertura di un Emporio Solidale a Novafeltria; è prevista inoltre l’apertura di un altro emporio anche a Santarcangelo di Romagna in collaborazione con l’Associazione “Ven èulta.”

L’emporio Solidale è la naturale e dignitosa evoluzione del pacco alimentare; una sorta di supermercato dove alimenti e prodotti per la casa non si acquistano e la spesa si fa gratuitamente grazie ad una tessera. Ma non solo: sono anche luoghi di ascolto che accompagneranno le famiglie più fragili in un percorso volto a costruire la loro autonomia economica. Negli ultimi giorni – spiega infine la P.O. Servizi Sociali Claudia Corsini - come Unione, siamo molto impegnati, sempre in stretta collaborazione con il Privato Sociale, in tutte quelle attività che cercano di sostenere i profughi Ucraini che stanno arrivando in Valmarecchia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Valmarecchia parte il nuovo servizio di “Trasporto sociale a chiamata anziani e disabili”
RiminiToday è in caricamento