In visita di cortesia a Rimini i Consoli generali di Francia e Cina

I diplomatici Cyrille Rogeau e Song XueFeng ricevuti a palazzo Garampi dal vice sindaco Gloria Lisi e al palazzo del Governo dal Prefetto Camporota

Sono stati due incontri amichevoli e aperti quelli che si sono tenuti questa mattina in Residenza comunale in occasione della visita del Console Generale di Francia a Milano Cyrille Rogeau a cui ha fatto seguito l’incontro col Console Generale di Cina Song XueFeng. Due incontri di cortesia, non legati fra loro, e che solo la casualità ha fatto sì che si svolgessero nella stessa giornata. A far gli onori di casa il Vicesindaco del Comune di Rimini Gloria Lisi, che ha intrattenuto gli ospiti entrambi incuriositi dalla storia, antica e recente, della Città. In particolare il Console francese ha espresso parole di sincera ammirazione al termine della visita al Teatro Galli, di cui ha chiesto approfondimenti sulla programmazione culturale.

La Città di Rimini dal punto di vista storico ed economico è stata anche al centro del cordiale incontro di cortesia col Console cinese, specie per il valore dell’ospitalità che caratterizza così fortemente la comunità riminese. In particolare il Vicesindaco Lisi ha espresso il desiderio, nel corso del colloquio, che attraverso il Console generale siano ringraziati i tanti cittadini cinesi residenti a Rimini che con il loro lavoro e il loro impegno arricchiscono l’intera comunità cittadina. Cosa di cui il console Song XueFeng si è detto onorato esprimendo il desiderio di promuovere Rimini in Cina per aumentare le relazioni tra i nostri due popoli e promuovere il turismo cinese anche nella nostra città con lo sviluppo di relazioni culturali e commerciali. Un impegno di reciproca conoscenza che troverà un’occasione nel pomeriggio quando, negli spazi del Museo della Città di via Tonini, sarà inaugurata una mostra fotografica in occasione del 70° anniversario della Fondazione della Repubblica Popolare Cinese che ricorre quest’anno (1 ottobre 1949-2019).

WhatsApp Image 2019-09-11 at 18.33.48-2

I due diplomatici hanno poi fatto visita al Prefetto di Rimini, Alessandra Camporota, nel palazzo del Governo. Entrambi gli incontri si sono sviluppati all’insegna  della cordialità e del reciproco interesse non solo in relazione alle tematiche che coinvolgono i cittadini cinesi e francesi presenti o in transito nella provincia di Rimini, ma anche sulle più ampie prospettive che riguardano i rapporti Italia-Repubblica Popolare Cinese e Italia-Francia. Il Console Generale della Repubblica Popolare Cinese, dopo aver ringraziato il Prefetto per l’accoglienza, sottolineando la particolare predilezione in ordine all’esercizio della funzione da parte di un Prefetto donna – come l’allora Prefetto di Milano Luciana Lamorgese, conosciuta in occasione della visita nel capoluogo lombardo -, ha evidenziato l’attuale stato ottimale dei rapporti tra i due Paesi che registrano identità di vedute su numerose problematiche sia su un piano bilaterale che multilaterale.

Il Prefetto, nel ricambiare il saluto e i sensi di amicizia, ha avuto modo di manifestare l’apprezzamento per la volitiva ed operosa comunità cinese che sul territorio riminese registra una consistente presenza ed ha assicurato ogni consentita attenzione e disponibilità per le eventuali esigenze dei cittadini cinesi sul territorio. Entrambi hanno espresso certezza di un futuro che vedrà accrescere ogni tipo di relazione tra i Italia e Repubblica Popolare Cinese, auspicando anche un ulteriore incremento e miglioramento dei mezzi di trasporto tra i due Paesi - sia per i profili commerciali che in relazione al traffico passeggeri – non sottovalutando neppure l’importanza che potrebbe assumere il trasporto ferroviario tra la Cina e l’Europa.

Con il Console Generale di Francia, il Prefetto si è intrattenuto, oltre che sui temi consolidati dei rapporti istituzionali storicamente forti tra il Governo italiano e la presidenza transalpina, anche sulle tematiche industriali e commerciali che vedono i due Paesi reciprocamente coinvolti. I tanti elementi di vicinanza della bellezza e della cultura hanno poi costituito momento di particolare intensità emotiva per le rispettive sensibilità verso tali tematiche e per un cordiale scambio di esperienze, attesa la conoscenza parigina del Prefetto Alessandra Camporota e quella romana del Console Cyrille Rogeau. Quest’ultimo, su un fronte squisitamente culturale, ha esordito – nell’incontro a Palazzo Massani – rilevando lo splendore del Tempio Malatestiano e l’ardimento di Sigismondo Malatesta e sottolineando che chi governa la Città di Rimini sembra avere buona cura delle bellezze, dal Teatro Galli allo scenario del Ponte di Tiberio.

Al riguardo, il Prefetto ha sottolineato la perseveranza del Sindaco Gnassi che riesce a coniugare interventi di natura culturale come quello del Teatro Galli con altri di natura strutturale ed urbanistica, come quello del depuratore e della “Città del Mare”. Nel corso dell’incontro sono stati anche condivisi excursus storici e di attualità della vita dei due Paesi e affrontate tematiche relative sia al territorio – per il quale il Console ha sottolineato il particolare dinamismo – che a situazioni di carattere generale.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto gli occhi del figlio, donna perde la vita investita da un'auto

  • Mitra e pistole, i rapinatori sequestrano i dipendenti della banca

  • Ascensore precipita con le persone dentro: diversi i feriti

  • Marquez-Rossi, clima infuocato a Misano. Lo spagnolo: "Io lotto per il Mondiale". La replica: "Mi ha ostacolato"

  • Vittorio Sgarbi promuove Gnassi, "lo avrei già nominato premier", e anticipa i progetti su Fellini

  • Marquez vince a casa di Rossi: "Avevo una motivazione in più". E alla festa del podio viene fischiato

Torna su
RiminiToday è in caricamento