menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inaugurata la nuova rotonda di Villaggio Argentina

“Con questa rotatoria – ha affermato il vicesindaco - non solo abbiamo migliorato la viabilità di questa frazione, ma anche il suo aspetto estetico eliminando l’impianto semaforico"

Il vicesindaco e assessore alla Viabilità, Fabrizio Piccioni assieme all’assessore ai rapporti con i Comitati cittadini, Luigi Guagneli e ai colleghi della Giunta e consiglieri di maggioranza hanno ufficialmente inaugurato l’opera entrata in funzione lo scorso dicembre. “Con questa rotatoria – ha affermato il vicesindaco - non solo abbiamo migliorato la viabilità di questa frazione, ma anche il suo aspetto estetico eliminando l’impianto semaforico divenuto addirittura pericoloso in seguito alla costruzione del nuovo cavalcavia dell’A14".

"Questo intervento chiude la serie di lavori che si sono iniziati con la realizzazione della nuova bretella che ha posto il traffico veicolare della Strada provinciale Riccione-Tavoleto al di fuori del centro abitato di frazione. Per garantire la sicurezza dei cittadini abbiamo inoltre progettato e costruito assieme ad Autostrade per l’Italia una nuova bretella che dalla Statale 16 collega via Del Carro con Riccione passando attorno all’Autodromo e sbucando alla rotatoria posta di fronte alla Residenza sanitaria assistita Sole - continua Piccioni - Stiamo inoltre valutando di migliorare un altro collegamento viario al di fuori del centro abitato di Villaggio Argentina, che potrebbe concretizzarsi con l’ampliamento di via I° Maggio che collega via Grotta con la Statale 16”.

“La rotatoria è stata progettata in economia di spesa dall’Ufficio Tecnico comunale e l’intervento interamente finanziato dalle casse comunali – ha sottolineato l’assessore ai Rapporti con i Comitati cittadini, Luigi Guagneli – ringrazio il Comitato cittadino di Villaggio Argentina per aver contribuito ad abbellire l’opera piantando un ulivo al suo centro ed impegnandosi a piantumare rose durante la primavera”.

RISPOSTA AL CONSIGLIERE ZANGARI IN MERITO ALLA ROTATORIA NELLA FRAZIONE DI SANTAMONICA SU VIA CA’ RAFFAELLI E VIA DEL CARRO

"La realizzazione di una rotatoria all’incrocio tra via Ca Raffaelli e via del Carro a Santamonica è sotto stretta attenzione del Comune di Misano ed è legata all’iter burocratico connesso ad un comparto edificatorio di iniziativa privata - spiega l'amministrazione -. Il Comune di Misano in sede di approvazione del piano particolareggiato, stante la pericolosità dell'incrocio in questione, ha imposto alla proprietà la costruzione di una rotatoria come opera extracomparto in aggiunta alle opere di urbanizzazione previste nella lottizzazione da realizzare prima della edificazione delle palazzine in un tempo di 90 giorni a partire dal ritiro della concessione edilizia".

"Il privato, dopo aver avuto le aree a disposizione, (che sono di proprietà dell’Autodromo, della Provincia, del Comune di Misano e del lottizzante) ha dapprima utilizzato del tempo per redigere una variante al progetto e in seguito al reperimento delle necessarie autorizzazioni ha ritirato il permesso di costruire lo scorso 21 agosto. Da convenzione, sottoscritta con il comune, il privato aveva 10 giorni di tempo per dare inizio ai lavori, quindi sino al 31 agosto, data dalla quale scattavano i 90 giorni previsti per terminare l'opera", precisa il Comune.

"Al 30 novembre, trascorsi i giorni utili al completamento dei lavori, i tecnici comunali hanno certificato che le opere non sono sostanzialmente mai iniziate. Il 4 dicembre l’Ufficio tecnico ha prceduto mediante raccomandata a richiedere alle Assicurazioni Generali l’escussione della fideiussione di 146.000 euro prestata a garanzia delle opere obbligando la compagnia al versamento della cifra dovuta entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione - aggiunge il comune -. Entro metà gennaio scadrà il termine ultimo per il versamento di denaro dovuto; una volta incassato il Comune avvierà le procedure per appaltare i lavori di realizzazione della rotatoria tra via Cà Raffaelli e via del Carro.

“Ricordo al Consigliere Zangari che gli atti, le date e l'iter portato avanti dall'Amministrazione sono verificabili attraverso gli uffici comunali ai quali il Consigliere ha pieno accesso anche in virtù della sua carica istituzionale – ha dichiarato il vicesindaco, Fabrizio Piccioni – Ricordo, inoltre, che è ben presente all'Amministrazione l'importanza e la priorità che tale intervento ha rispetto alla pericolosità dell'intersezione tra Via del Carro e Via Cà Raffaelli, ma che ci troviamo difronte a una inadempienza di un privato che verrà sanata dall'escussione della fideiussione e dalla realizzazione dell'intervento da parte del Comune. Fare continuo riferimento ad un tragico incidente successo l'estate scorsa, per cause non dipendenti dal Comune per pura propaganda politica, non è il migliore dei modi per svolgere con correttezza la funzione di consigliere comunale.”

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Rimini usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento