Restauro completato: torna ai cittadini di Corpolò la chiesina ottocentesca del cimitero

Sempre nel corso di quest’anno sono previsti interventi di riqualificazione di due Cimiteri del Forese, per un importo di complessivi 350mila euro

Con la conclusione di un importante intervento di restauro, torna ai cittadini di Corpolò la chiesina del cimitero. Costruita tra la fine dell’ ‘800 e gli inizi del ‘900, la chiesina funge ancora da collegamento tra la parte “storica” e quella più recente, risalente per una parte, come per molti cimiteri del forese, agli interventi d’ampliamento degli anni ’70 e per una parte a interventi più recenti. Erano in tanti infatti mercoledì mattina che, insieme all’assessore Irina Imola in rappresentanza dell’Amministrazione comunale e a don Nicola che ha battezzato la chiesina, hanno voluto essere presenti alla sua riconsegna ufficiale.

“Un intervento importante – ha detto l’assessore ai Servizi al cittadino Imola – perché concretizza l’attenzione che questa amministrazione ha per i cimiteri sparsi nel nostro entroterra. Una ricchezza per tutta la nostra collettività per il ruolo che questi luoghi di sepoltura, con la prossimità all’abitazione, possono avere nel mantenere saldi i legami d’affetto e il ricordo dei nostri cari scomparsi.” L’intervento di restauro e riqualificazione della chiesina è stato profondo e realizzato in stretto rapporto con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici e, per la parte di competenza, il Servizio Tecnico di Bacino Emilia Romagna.

Al termine delle operazioni di consolidamento fondale tramite realizzazione di micropali, infatti, si è proceduto alla chiusura delle fessurazioni e alla esecuzione delle opere di consolidamento delle murature, al rifacimento della pavimentazione e al rifacimento interno ed esterno su paramento in mattoni. Realizzata inoltre una nuova tinteggiatura esterna di facciata, l’adeguamento impianto elettrico, la sostituzione delle gronde mancanti, il restauro degli infissi e la sistemazione dei percorsi esterni. In corso di esecuzione delle prime fasi di cantiere sono stati eseguiti i sondaggi stratigrafici su pareti e soffitti.

Relativamente ai materiali ed alle caratteristiche estetiche sono stati concordati e condivisi con la Soprintendenza gli interventi per la realizzazione della nuova pavimentazione, costituita da formelle in graniglia con le stesse caratteristiche di formato e cromia di quella esistente. Grande attenzione per gli interventi su porte e finestre, restaurate e verniciate, nonché per il recupero dell’altare e degli arredi sacri e il restauro dell’insegna lapidea posta in copertura. L’intervento ha comportato una spesa di 83mila euro, affidato alla Società Anthea e realizzato dalla Ditta Frisoni Severino di Bellaria,

“Nel triennio 2015-2017 – ha proseguito l’assessore Imola - l’Amministrazione Comunale ha in previsione diversi interventi da eseguire sul patrimonio di edilizia cimiteriale. Sia il Cimitero Civico Monumentale che i vari Cimiteri del forese saranno interessati da lavori di ristrutturazione e ampliamento, nonché da opere di ordinaria manutenzione.” Nell’annualità 2015 sono previsti nel Cimitero Monumentale “Interventi per il miglioramento funzionale e adeguamento normativo”, per un importo di complessivi 350.000 euro, che interesseranno il settore di levante, facendo seguito ai lavori attualmente in corso nel settore Nord e nel settore ponente. I lavori riguarderanno il restauro delle facciate e delle coperture.

Sempre nel corso di quest’anno sono previsti interventi di riqualificazione di due Cimiteri del Forese, per un importo di complessivi 350mila euro: la messa in sicurezza del Cimitero di Santa Aquilina ed il Cimitero di Santa Giustina dove si rendono necessari interventi atti ai risolvere varie problematiche di obsolescenza della parte storica. Sempre nel forese è inoltre previsto, nello stesso 2015, l’ampliamento di quattro Cimiteri del forese: San Lorenzo Monte, Corpolò, San Lorenzo in Correggiano, San Vito, per un importo totale di 3.100.000 euro.

Il Cimitero Monumentale sarà oggetto di ulteriori “Interventi per il miglioramento funzionale ed adeguamento normativo” nei successivi anni 2016 e 2017 al fine di completare i lavori già intrapresi da anni relativi al restauro delle facciate e delle coperture dei colombari e delle cappelline, alla sistemazione dei percorsi pedonali ed alla  messa a norma dei collegamenti. Per i suddetti interventi sono destinati 350.000 euro in ognuna delle annualità.

Nel 2017 sono inoltre previsti nel Cimitero Monumentale interventi di "restauro delle parti storiche: demolizioni superfetazioni lato Ponente, restauro Palazzina di Ponente, colombari e cappella dei caduti", per un importo complessivo di 850.000 euro. Nel 2016 sono in previsione: la ristrutturazione/riqualificazione di tre Cimiteri del Forese: San Martino Montelabbate, Santa Maria in Cerreto e Casalecchio, per un importo complessivo di 500.000 euro e l’ampliamento di altri quattro Cimiteri nel Forese 2016: San Martino in Venti, Santa Aquilina, Santa Cristina, Corpolò, per un importo complessivo di 2.000.000 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel 2017 sono infine previsti i seguenti interventi: la ristrutturazione/riqualificazione di tre  Cimiteri nel Forese: San Vito, San Lorenzo in Monte, San Lorenzo in Corregiano, per un importo complessivo di 400.000 euro; l’ampliamento del Cimitero S.Lorenzo in Monte, per un importo complessivo di 1.000.000 di euro e la realizzazione del relativo parcheggio, per un importo complessivo di 270mila euro . A questi interventi si devono aggiungere quelli di manutenzione dei Cimiteri nel Forese, per i quali sono destinati 100mila euro per ogni anno e che riguardano varie opere di manutenzione, ripristino e riqualificazione dei cimiteri del forese, come ad esempio proprio l’intervento di restauro della chiesina di Corpolò.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento