menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'autopsia su Emanuele Cassani, il perito accerta le cause del decesso del pilota

L'esame necroscopico, durato oltre 3 ore, sul corpo dello sfortunato pilota ha accertato le cause della morte. Saranno necessari ulteriori accertamenti sulla moto del 25enne per chiarire le cause del drammatico incidente del Misano World Circuit

E' stata eseguita nel pomeriggio di mercoledì l'autopsia, durata oltre 3 ore, sul corpo di Emanuele Cassani, il pilota 25enne di Imola tragicamente deceduto domenica scorsa al Misano World Circuit durante una gara del Campionato Italiano di Velocità. L'esame necroscopico, disposto dalla magistratura in seguito all'incidente, ha accertato quanto già ipotizzato subito dopo la rovinosa caduta e cioè che, il pilota, è stato travolto dagli altri concorrenti all'altezza dei 100 metri della staccata della prima curva. Emanuele, che correva con il numero 96, ha riportato dei traumi da schiacciamento toracico addominale che hanno provocato la morte sul colpo del 25enne. Toccherà ai periti, nominati dalla Procura di Rimini, accertare le cause che, secondo le prime ricostruzioni, hanno portato a una improvvisa perdita di potenza della Yamaha R6 del pilota con il conseguente urto da parte degli altri concorrenti e la caduta fatale. La moto è stata messa sotto sequestro e, su di essa, verranno poi eseguiti gli ulteriori accertamenti. Sotto sigilli sono finiti anche i filmati delle telecamere del Misano World Circuit i cui obbiettivi sono riusciti a catturare l'intera dinamica dell'incidente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ecco i 3 momenti della vita in cui si ingrassa di più

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento