Carambola in A14, camion centra i veicoli incidentati e fugge senza soccorrerli

Il bilancio parla di 7 feriti lievi, ripercussioni alla circolazione che sono andate avanti fino all'alba di mercoledì

Una carambola paurosa quella che, nella notte tra martedì e mercoledì, si è verificata nel tratto cattolichino dell'A14 e che, solo per un soffio, non ha avuto conseguenze peggiori. Il bilancio finale ha visto 10 persone rimanere ferite in maniera lieve ma, a causa del sinistro, si sono registrate pesanti ripercussioni alla circolazione autostradale. L'incidente è avvenuto verso le 4, poco prima del casello di Cattolica in direzione sud, quando una Opel Meriva, sulla quale viaggiava una famiglia albanese con padre e madre 50enni e il figlio 30enne, è andata a sbattere il guard rail di destra per poi fermarsi al buio al centro della carreggiata. I tre hanno fatto appena in tempo a scendere dall'abitacolo e a mettersi al sicuro prima che, alle loro spalle, arrivasse un monovolume Mercedes Vito con targa belga con a bordo una famiglia di 7 italiani residenti in Belgio che ha centrato frontalmente la Opel. 

Questa è stata spinta sulla corsia di sorpasso, andando a schiantarsi contro il new jersey che divide le carreggiate, mentre il Vito ha dapprima sbandato a destra, venendo centrato da un camion, per poi carambolare a sua volta contro il muretto di cemento e infine fermarsi in terza corsia. Il camion, nonostante l'impatto, ha proseguito la sua corsa senza fermarsi a prestare soccorso e, al momento, l'identità del camionista resta sconosciuta. Nel frattempo, alla centrale operativa della polizia Autostradale sono arrivate numerose telefonate per segnalare i veicoli incidentati, e i feriti, che ostruivano le carreggiate in un punto non illuminato dell'A14 rendendo particolarmente pericolosa la situazione.

Sul posto sono intervenuti gli agenti e il personale del 118 per prestare i primi soccorsi. La zona è stata messa in sicurezza e i sanitari, arrivati con due ambulanze, si sono occupati dei feriti. La famiglia albanese ha rifiutato il ricovero in ospedale mentre gli occupanti del Vito sono stati trasportati al pronto soccorso dell'Infermi di Rimini. Quattro di loro, una donna di 60 anni, due ragazzine 14enni e un bimbo di 4 anni presentavano lesioni di media gravità mentre, ad impensierire i medici, è stato un neonato di 4 mesi che, benchè regolarmente assicurato al seggiolino di sicurezza, è stato coinvolto nell'impatto con il camion ma, comunque, non sarebbe in pericolo di vita.

L'esatta dinamica è ancora al vaglio del personale della polizia Auitostradale di Forlì. Per permettere i soccorsi e i rilievi del caso, il traffico sull'A14 ha riportato dei rallentamenti e, solo verso le 6 di mercoledì mattina, la situazione è ritornata alla normalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento