Travolta da un treno, muore un'ottantenne

Tragedia martedì mattina ad un passaggio a livello di Viserba. Un'anziana di 80 anni è morta dopo esser stata travolta da un treno in transito. Il fatto è avvenuto poco prima delle 8 in via Giuseppe Mazzini

Tragedia martedì mattina ad un passaggio a livello di Viserba. Un'anziana di 80 anni è morta dopo esser stata travolta da un treno in transito. Il fatto è avvenuto poco prima delle 8 in via Giuseppe Mazzini, all'incrocio con via Sante Polazzi. Per la donna non c'è stato nulla da fare. I sanitari del “118”, intervenuti sul posto con un'ambulanza e l'auto col medico a bordo, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell'anziana. Al vaglio della Polizia la dinamica dell'incidente.

DINAMICA - Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la donna aveva appena accompagnato il nipotino al centro estivo. Giunta al passaggio al livello, nonostante le sbarre abbassate, ha deciso di attraversare l'incrocio. In quel momento stava sopraggiungendo un treno regionale diretto a Ravenna. Il macchinista ha provato a frenare disperamente, ma la manovra non è stata sufficiente per evitare l'impatto.

DISAGI LIMITATI - Il treno delle 7.45 è stato soppresso ed i viaggiatori hanno proseguito su autobus sostitutivi messi a disposizione di Trenitalia. La sciagura non ha creato particolari disagi alla circolazione ferroviaria, con numerosi viaggiatori che hanno scelto il treno per raggiungere le mete turistiche. I convogli hanno infatti subìto solo lievi ritardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Coronavirus, nuovo decreto fino al 5 marzo: divieto di ricevere più di due persone in casa

Torna su
RiminiToday è in caricamento