Drammatico scontro frontale tra auto, anche un principio d'incendio: 5 feriti, uno è gravissimo

La dinamica dei fatti è al vaglio agli agenti della Polizia Municipale di Riccione, che hanno proceduto ai rilievi di legge

Due auto completamente distrutte e cinque feriti. Questo il bilancio di uno scontro frontale verificatosi nella prima mattinata di mercoledì a Cavallino di Ospedaletto. Teatro del sinistro è la Provinciale 41 Montescudo nel tratto che prende il nome di via Ospedaletto. La dinamica dei fatti è al vaglio agli agenti della Polizia Municipale di Riccione, che hanno proceduto ai rilievi di legge. Il sinistro si è consumato poco prima delle 8, intorno alle 7.45.

Una "Kia Rio", che procedeva in direzione di Montescudo, si è scontrata frontalmente con una "Lancia Y", che procedeva lungo la corsia opposta. L'impatto è stato particolarmente violento, con una delle auto finite sul fondo che costeggia la carreggiata. A seguito del sinistro si è sviluppato anche un principio d'incendio, rapidamente estinto. Immediata la richiesta d'intervento al 118, che ha operato con quattro ambulanze, l'auto col medico a bordo e l'elimedica.

I Vigili del Fuoco hanno provveduto a liberare dalle lamiere i feriti ed affidarli alle cure del personale di "Romagna Soccorso". La peggio l'ha riportata il passeggero della "Lancia Y": il ferito, in condizioni critiche, è stato caricato a bordo dell'elimedica e trasportato col codice di massima gravità al Trauma Center dell'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena. La strada è stata temporaneamente chiusa in entrambe le direzioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento