rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Incidenti stradali

Scooteristi, ciclisti e pedoni: aumentano i decessi sulle strade del riminese

E' quanto emerge dall'indagine condotta dall'Osservatorio per l'Educazione Stradale

Calano gli incidenti sulle strade del riminese, ma aumentano i morti. E' quanto emerge dall'indagine condotta dall'Osservatorio per l'Educazione Stradale. Rispetto al 2016, si è riscontrato nel 2017 una flessione del 2,2% dei sinistri, del 2,8% dei feriti, mentre sono in aumentati i morti del +15,8%. Rispetto al 2010, anno di riferimento per l’Unione Europea per calcolare l’obiettivo di diminuzione del 50% della mortalità, rimangono comunque in calo tendenziale tutti e tre i parametri di riferimento.

I decessi sono passati rispettivamente da 19 nel 2016 a 22 nel 2017; erano stati 23 nel 2010. Anche il costo sociale di conseguenza è aumentato di circa 2 milioni di euro rispetto al 2016. Il numero di abitanti è in leggero aumento, così come il parco veicolare è aumentato (+1,5%). Riguardo ai veicoli coinvolti si registra un aumento per i motocicli.

In merito alle persone ferite si registra un aumento degli automobilisti (+0,4%) e degli autisti di autocarro e motrice (+6,8%); gli altri sono in calo. Per quanto concerne le persone decedute, cresce il numero di scooteristi (da 2 a 3), ciclisti (da 2 a 6) e pedoni (da 3 a 5).

Nel medio periodo (2010/2017), la tendenza è quella di un calo generale tranne che per i feriti ciclisti e pedoni, in aumento rispettivamente del 7,5% e del 2,3%. Per quanto riguarda le fasce di età, si riscontra una diminuzione generalizzata in tutte le fasce rispetto al 2016, tranne che per i deceduti ultraquarantenni. Riguardo alla natura dell’incidente spiccano il tamponamento e gli urti contro ostacolo o veicolo fermo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scooteristi, ciclisti e pedoni: aumentano i decessi sulle strade del riminese

RiminiToday è in caricamento