Incontro a Rimini sulle Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali

Parlare insieme per curare meglio, e per prendersi cura a tutto tondo del paziente. E' il senso di un incontro tra medici e pazienti sul tema delle "Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali"

Parlare insieme per curare meglio, e per prendersi cura a tutto tondo del paziente. E' il senso di un incontro tra medici e pazienti sul tema delle “Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali”, che si terrà sabato prossimo, primo ottobre, presso la sala Marvelli (Sede Provinciale di via Dario Campana). L'evento è organizzato dall'Associazione A.M.I.C.I., che raggruppa tali pazienti, col patrocinio ed in collaborazione con l'Azienda USL.

In Italia sono circa 150mila le persone affette da tali patologie, tra cui vanno annoverate anche la malattia di Crohn e la rettocolite ulcerosa. Sono malattie che colpiscono tutte le fasce di età (ma diffuse con maggiore frequenza tra i giovani) ed i pazienti devono convivere con disagi talvolta anche gravi e duraturi. Nella provincia di Rimini è attivo da circa 3 anni un Ambulatorio specialistico dedicato alla cura e la diagnosi di queste malattie i cui referenti sono il dottor Francesco Santilli ed il dottor Marco Di Marco, nell'ambito della Unità Operativa di Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva dell'Ospedale “Infermi” di Rimini diretta dal dottor Luigi Solmi. I malati che afferiscono attualmente all'ambulatorio sono circa 400 e nell'anno in corso sono state effettuate circa 600 visite fra controlli e arruolamento di nuovi pazienti.  Ogni singolo paziente è seguito in modo personalizzato ed ha la possibilità di un costante contatto con i medici specialisti di riferimento.

Le malattia infiammatorie croniche intestinali più diffuse sono il morbo di Crohn e la rettocolite ulcerosa e la loro incidenza è in fase di incremento nel mondo occidentale. Pur non del tutto chiare le cause sono da ricercarsi in una alterazione del sistema immunitario che "autoaggredisce" le mucose intestinali in risposta a determinati stimoli (alimenti, infezioni, stress e altro). Le terapie sono in costante evoluzione ma al momento non esiste una terapia risolutiva.   

Alla luce di ciò, accanto alle cure mediche è molto importante affiancare l'impegno di un gruppo di volontari che possa rappresentare un punto di riferimento per i pazienti e che renda possibile il confronto di esperienze fra malati. Per questo, e per garantire loro un più sereno inserimento nell'ambito familiare e sociale, l'Associazione Amici è all'opera per aprire una sede anche a Rimini. L'incontro di sabato è anche in quest'ottica.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento