rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Cronaca

Indagato per un omicidio in Perù, la Corte d'Appello nega l'estradizione

Il legale del peruviano ha dimostrato come sia intervenuta la prescrizione per il delitto avvenuto nel 1993 e che aveva scatenato una faida sanguinaria

La Corte d'Appello ha rigettato la richiesta di estradizione fatta dal Perù nei confronti di un suo cittadino, emigrato in Italia, indiziato per un omicidio avvenuto nel 1993 e che aveva scatenato una faida sanguinaria. Il legale dell'uomo oggi 49enne, Enrico Graziosi, ha dimostrato come la legislazione del Paese sudamericano fissasse in 20 anni la prescrizione per quel tipo di reato e quindi i giudici hanno negato il rimpatrio dichiarando insussistenti le richieste delle autorità peruviane. Lo stesso 49enne ha sempre giurato di non essere un assassino, di aver fatto sì parte di una banda quando era ragazzo, ma di non aver mai ucciso nessuno, tanto meno di aver saputo in tutti questi anni di essere ricercato nel proprio paese d’origine. All'epoca il peruviano, che aveva 20 anni, era finito nel mirino per l'omicidio di un altro giovane e quel delitto aveva scatenato una guerra tra bande tanto che un secondo ragazzo implicato nella vicenda era stato ritrovato cadavere fatto a pezzi. Una vicenda del tutto ignorata dal 49enne che, arrivato in Italia subito dopo il primo omicidio, non aveva saputo nulla di quanto stava avvenendo in patria e si era rifatto una vita. 

Il passato era riemerso nel settembre del 2018 quando, in seguito a un banale controllo da parte della Polfer, il nome dell'uomo aveva fatto suonare un campanello d'allarme nel database delle forze dell'ordine. Sul sudamericano, infatti, pendeva un mandato di cattura internazionale per omicidio con richiesta di estradizione nel suo Paese. All'epoca, nei confronti dell'uomo, erano scattate immediatamente le manette e avviate le procedure per il rimpatrio ma l'intervento dell'avvocato aveva evidenziato diverse inesattezze  nel capo d'accusa che avevano fatto sensibilmente abbassare i termini di prescrizione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagato per un omicidio in Perù, la Corte d'Appello nega l'estradizione

RiminiToday è in caricamento