Cronaca

Indagine "Ricoveri facili", la Corte d'Appello conferma l'assoluzione per la clinica Sol et salus

La struttura sanitaria era accusata di aver truffato l'Asl e il sistema sanitario accettando pazienti senza l'effettiva necessità e solo con l’obiettivo di ottenere poi i rimborsi

La Corte di Appello di Bologna ha confermato la sentenza già emessa dal Tribunale di Rimini nel luglio 2022 che aveva assolto, perchè il fatto non sussiste, la clinica riminese Sol et salus. Secondo la tesi dell'accusa la struttura sanitaria avrebbe percepito indebitamente dal Servizio sanitario nazionale dei rimborsi per ricoverare pazienti in regime di riabilitazione intensiva negli anni tra il 2010 e il 2012. Accettazioni che, sempre secondo l'accusa, venivano fatte senza l'effettiva necessità e solo con l’obiettivo di ottenere poi i rimborsi truffando così il sistema sanitario e l'Ausl. All'epoca delle indagini, la Guardia di Finanza aveva messo sotto sequestro la somma di 6,8 milioni di euro che, al termine del giudizio di primo grado, era stata restituita e il dissequestro è stato confermato dall'Appello. In una nota stampa la clinica, assistita dagli avvocati Gian Paolo Colosimo del Foro di Rimini e Marco Martines del Foro di Forlì, "esprime massima soddisfazione per avere avuto ulteriore riconoscimento dell'avere, come sempre nella propria storica attività aziendale nella sanità privata, operato nell'assoluta legalità e trasparenza, avendo nella specie comunicato agli enti pubblici controllori - all'atto di fatturazione di ciascun episodio contestato - informazioni veridiche e allineate sulle tariffe realmente vigenti e dunque dovute quale remunerazione per l'attività riabilitativa prestata, garantendo un flusso di trasmissione di dati certi e inconfutabili".

"La motivazione della sentenza assolutoria - ha commentato l'avvocato Colosimo - correttamente espressa nei termini per cui "il fatto non sussiste", certifica nitidamente che mai vi è stata alcuna alterazione della realtà da parte della società assistita, né inganni, poiché le informazioni fornite dall'ospedale privato accreditato alle controparti ASL e Regione, erano sempre sostanzialmente e formalmente corrette". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagine "Ricoveri facili", la Corte d'Appello conferma l'assoluzione per la clinica Sol et salus
RiminiToday è in caricamento