Cronaca Centro / Via Sabinia

Individuati i baby rapinatori, armati di coltello aggrediscono un passante

La vittima era stata lasciata a terra sanguinante, uno dei malviventi era stato arrestato la sera stessa per un altro colpo

Gli inquirenti della Squadra mobile della Questura di Rimini hanno chiuso il cerchio intorno ai due baby rapinatori che, armati di coltello, avevano aggredito un commerciante per svaligiarlo dell'incasso. A finire nei guai sono stati due 16enni di origini tunisine, uno dei quali bloccato poco dopo la rapina, che la sera del 5 febbraio avevano aggredito un cittadino del Bangladesh in via Sabinia. I giovanissimi malviventi avevano intimato alla vittima di consegnare loro il denaro e, alla sua reazione, lo avevano aggredito selvaggiamente con dei fendenti che lo avevano raggiunto all'inguine della coscia sinistra e alla scapola sinistra. Rimasto a terra sanguinante e privo di sensi, al bengalese era stato sottratto il portafoglio con 350 euro e i due minorenni erano fuggiti lasciandolo sull'asfalto. Solo dopo un'ora, ripresasi dalle ferite, la vittima aveva dato l'allarme facendo accorrere la polizia di Stato e l'ambulanza col personale del 118 che lo aveva trasportato in ospedale da dove era stato poi dimesso con una prognosi di 15 giorni.

Nel denunciare l'accaduto, il bengalese aveva subito riconosciuto uno dei due aggressori in un album fotografico che gli era stato mostrato dagli inquirenti. Uno dei baby rapinatori, infatti, era stato arrestato la notte stessa del 5 febbraio per una rapina impropria commessa ai danni del titolare di un minimarket di Miramare, avvenuta dopo circa mezz’ora dall’accoltellamento. Gli inquirenti della Mobile, grazie ai tabulati telefonici, hanno potuto collocare il ragazzino sul luogo del delitto e la successiva analisi delle sue frequentazioni ha portato ad individuare anche il complice a sua volta riconosciuto dalla vittima. Il secondo 16enne, nella giornata di martedì, è stato rintracciato dal personale della Questura presso la Caritas dove è stato arrestato. Portato negli uffici di piazzale Bornaccini per le pratiche di rito, il baby rapinatore è stato poi trasferito presso l’istituto penale minorile “Pietro Siciliani” di Bologna a disposizione per la convalida del fermo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Individuati i baby rapinatori, armati di coltello aggrediscono un passante

RiminiToday è in caricamento