Infermiera e sindaco di Galeata, la riminese Elisa Deo torna in corsia per l'emergenza coronavirus

Era nelle graduatorie per infermieri della Ausl Romagna e quando è stata richiamata in servizio non ha avuto dubbi ad accettare il lavoro

"Non importa ciò che fai ma quanto amore ci metti. In questo momento è necessario metterne ancora di più. Dopo tre anni torno anche in corsia". Con questo breve ma deciso messaggio, la riminese Elisa Deo, sindaco di Galeata, nel Forlivese, ha annunciato alcuni giorni fa la decisione di rimettere la casacca da infermiera. Il primo cittadino è infatti anche una infermiera e, vista l'emergenza, non ha avuto dubbi.

Il suo nome era nelle graduatorie per infermieri della Ausl Romagna e quando è stata richiamata in servizio per l'emergenza sanitaria ha risposto "Sì" ed è al lavoro all'ospedale Nefetti di Santa Sofia, nel reparto di medicina di lungo degenza. Classe '82, una figlia di due anni e mezzo, rieletta nel 2018 col centrosinistra alla guida del Comune forlivese, Elisa Deo è anche presidente dell'assemblea dell'Unione dei Comuni della Romagna forlivese. Il suo curriculum è sinonimo di multitasking, con studi che vanno dalle lingue e traduzioni alla specializzazione in infermieristica e un master portato a termine a pochi mesi dal parto della sua piccola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al momento l'incarico è per sei mesi, ma in caso dovesse essere prolungato l'amministratrice porterà avanti entrambi i suoi impegni, come ha confermato all'Ansa. Elisa ha ribadito che "Infermieri, sindaci, stiamo combattendo una battaglia contro un nemico invisibile, mi sembrava normale dare la mia disponibilità. E questa è un'emergenza nuova per me, sia dal punto di vista amministrativo sia da quello sanitario. Su entrambi i fronti mi sento in trincea, e del resto amministratori e operatori sanitari lo sono sempre in prima linea". Il sindaco si augura che entrambi i ruoli continuino a venire apprezzati anche dopo l'emergenza, E sulla situazione coronavirus a Gelata, paesino dell'appennino forlivese con 2.500 abitanti, ha evidenziato che i casi si contano sulle dita di una mano, non ci sno focolai attivi e nessun operatore sanitario è contagiato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento