rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca

Muore in Inghilterra durante una videochiamata, Rimini piange una giovane ricercatrice

I parenti della ragazza si trovano a Guildford in attesa del via libera della polizia per il rientro della salma in Italia. I funerali si svolgeranno a Rimini

Stava chiacchierando al telefono e il suo cuore ha smesso di battere. La tragica scomparsa, avvenuta durante una videochiamata con un’amica, lascia attonita Rimini, città di origine di Chiara De Lucia, 28 anni. E’ morta lo scorso 11 gennaio, nella città di Guildford, nella regione del Surrey (Inghilterra) dove stava lavorando come ricercatrice dopo aver studiato all’Università di Bologna.

In queste ore molti i messaggi di cordoglio. Un’amica la ricorda per il passato assieme in Amnesty International. Queste le dolci parole di Eliana: “Il bello di crescere in Amnesty International-Italia è che poi ti ritrovi questa specie di famiglia spezzettata in giro per il mondo. Fantastiche persone che magari senti di rado, ma che sai che sono lì. Esistono e per il solo fatto di esistere rendono il mondo un posto migliore. Questo faceva Chiara. E continuerà a farlo nei nostri ricordi, perché in tutti i fotogrammi nella mia testa Chiara ha sempre un cartello in mano, oppure un pennarello o si sta dando da fare in qualche modo per lasciare il segno”.

Secondo quanto riporta la stampa locale la ragazza non aveva patologie pregresse e svolgeva di frequente attività sportiva. Chiara era rientrata in Inghilterra lo scorso 9 gennaio, dopo aver trascorso il periodo di Natale in Italia. Durante la tragica telefonata, a nulla è servito il pronto intervento e i tentativi di rianimazione. Sarà l'autopsia a chiarire i motivi del decesso. I parenti della ricercatrice si trovano a Guildford in attesa del via libera della polizia per il rientro della salma in Italia. I funerali si svolgeranno a Rimini, ma la data deve essere ancora definita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore in Inghilterra durante una videochiamata, Rimini piange una giovane ricercatrice

RiminiToday è in caricamento