Innovazione, anche a Rimini la più grande maratona digitale d'italia

Lo scopo dichiarato è quello di contribuire alla costruzione collettiva e dal basso di una Pubblica Amministrazione a misura di cittadino

Passerà anche da Rimini la grande maratona informatica per la riforma digitale della Pubblica Amministrazione italiana, grazie ad una chiamata agli sviluppatori di software che travalicherà anche i confini nazionali, arrivando fino alla Silicon Valley.  hack.developers Italia, la grande più grande maratona hackaton d'Italia, coinvolgerà ininterrottamente per 36 ore, dalle 9 di sabato al pomeriggio di domenica, centinaia di sviluppatori e programmatori, ingegneri, studenti universitari si riuniranno in tutta Italia (e non solo, ci sarà una sede anche a San Francisco, in California) per rispondere gratuitamente alle necessità sempre più impellenti di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione italiana. una vera maratona di codice - una sfida di dimensioni mai viste fino ad ora,la prima volta che in Italia viene organizzato un hackathon di questa vastità e che coinvolge un così grande numero di città in contemporanea (26). Lo scopo dichiarato è quello di contribuire alla costruzione collettiva e dal basso di una Pubblica Amministrazione a misura di cittadino.

“Innovare la Pubblica Amministrazione e prendersi cura dei beni digitali comuni - è il commento di Eugenia Rossi di Schio, assessore all'innovazione digitale del Comune di Rimini - facendo leva su innovazione e partecipazione. Questo è lo spirito con cui Rimini partecipa attivamente come sede organizzatrice di uno delle più grandi maratone digitali mai realizzate in Italia. L'obbiettivo è alto, perchè non ci accontentiamo di lavorare per far dialogare sistemi così complessi come le diverse piattaforme digitali pubbliche italiane, bensì di farlo semplificando il rapporto con i cittadini e la loro facilità d'uso. La sperimentazione che metteremo in atto sabato 7 e domenica 8 è un coerente sviluppo di quanto quotidianamente stiamo facendo attraverso l'implementazione dei nostri servizi pubblici in rete, dell'alfabetizzazione informatica e della digitalizzazione dei processi amministrativi”

Rimini amministrazione pilota per la riforma della PA

A Rimini saranno una ventina, tra partecipanti e mentor, i professionisti e gli esperti del digitale impegnati giorno e notte per ripensare i servizi della Pubblica Amministrazione attraverso lo sviluppo codici open source per la trasformazione digitale della PA. Tra loro anche una parte dei dieci nuovi “volontari digitali” del primo civivo digitale del Comune di Rimini, “inaugurato” solo qualche mese fa. La partecipazione di Rimini all'hackaton fa parte delle attività sperimentali che, come ristretto gruppo di amministrazioni “pilota” per la riforma della Pubblica amministrazione, Rimini si è impegnata a implementare nei prossimi due anni per testare l’applicazione della Riforma Madia, e semplificare i processi amministrativi.

A chi è rivolto

Hack.Developers è rivolto a sviluppatori software, esperti informatici, professionisti e studenti con obiettivo di accelerare lo sviluppo dei progetti (challenge) presenti sul portale Developers.Italia, la nuova community di sviluppatori dei servizi pubblici digitali lanciata a marzo proprio dal Team Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Per ogni progetto sono state lanciate differenti challenge a cui gli iscritti all’hackathon potranno partecipare nel corso della manifestazione: SPID Sistema Pubblico di Identità Digitale, Pago PA (in sviluppo) Nodo di pagamento verso la PA, Fattura PA (in sviluppa) La fattura elettronica, gov.it (i dati aperti della PA), CIE (in sviluppo) Carta d’Identità Elettronica, Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente e "18 App e Carta del Docente Bonus Cultura e Formazione". La sede riminese sarà la Rimini Innovation Square di corso d'Augusto 62. Per informazioni: info@riminiinnovationsquare.com o telefona al 3701132602

Il programma

L’hackathon è strutturato secondo un’agenda comune a tutte le sedi. Venerdì ci sarà l'opening dell’hackathon trasmesso in streaming da Roma. Sabato è in programma la presentazione delle idee e formazione dei team di lavoro. Nella tarda mattinata di domenica avrà inizio all’Hackathon:nel tardo pomeriggio, closing dell’hackathon e presentazione dei progetti.A supportare i partecipanti durante le due giornate saranno i membri del Team Digitale e i Mentor locali. Gli organizzatori selezioneranno i progetti più meritevoli e i vincitori saranno svelati in un evento di premiazione a Roma, a circa un mese dall’hackathon, alla quale potranno partecipare 2 componenti scelti nel team. Hack.Developers è promosso dal Team per la Trasformazione Digitale in collaborazione con Codemotion e con il supporto di sponsor come: Microsoft, IBM, Cisco, Oracle, Red Hat, Intesa Sanpaolo, TIM, DXC Technology.

I “Challenge”

Le sfide saranno strettamente legate ai singoli progetti e tecnologie su cui si sta concentrando il lavoro del Team Digitale. I progetti sono ospitati nella piattaforma Developers.Italia, la community open-source per gli sviluppatori della PA.Durante un code sprint, come spesso avviene nella community open source, gli sviluppatori sono chiamati a dare il proprio contributo sui singoli progetti. Le Challenge saranno numerose e di diversa difficoltà: dalla risoluzione di un piccolo bug grafico in un portale pubblico, alla creazione di complesse funzionalità già previste nella roadmap dei singoli progetti, oppure ancora la prototipizzazione di nuove componenti da creare da zero.Il codice che verrà realizzato durante l’hackathon dovrà essere rilasciato con licenza open source, in modo che sia disponibile a tutta la comunità. Ciò che verrà realizzato aiuterà la PA ad integrare in modo più efficiente le tecnologie necessarie alla digitalizzazione dell’Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento