rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca

Fugge al posto di blocco, nell'inseguimento feriti 4 agenti e distrutte 2 Volanti

La donna alla guida dell'auto in fuga ha provocato una carambola con le pattuglie della polizia di Stato è stata arrestata

Momenti di paura per gli agenti delle Volanti della Questura di Rimini che, prima, hanno rischiato di essere investiti e poi sono rimasti coinvolti in un incidente nell'inseguimento della vettura che aveva tirato dritto al posto di blocco. Tutto è iniziato intorno alle 22.30 nel piazzale davanti al casello dell'A14 di Rimini nord quando le due pattuglie della polizia di Stato avevano allestito un posto di blocco per controllare i veicoli in uscita dall'autostrada. Quando un'Audi A3 ha varcato la barriera autostradale, il personale della Questura ha intimato l'alt al veicolo ma il guidatore, per tutta risposta, ha accelerato a tavoletta e avrebbe anche cercato di investire due agenti. E' scattato l'allarme con le Volanti che si sono messe all'inseguimento del fuggitivo lungo la viabilità ordinaria. Nonostante le sirene, i lampeggianti e le segnalazioni di accostare, il guidatore dell'Audi ha proseguito la sua corsa fino a quando una delle pattuglie ha effettuato una manovra per cercare di fermarlo. Nonostante questo, l'auto è andata a speronare la Volante, facendola carambolare su se stessa, mentre la seconda pattuglia è andata a tamponare l'A3. Solo dopo questo incidente il fuggitivo si è fermato e, al volante, è stata trovata una 27enne di origini romene residente in città in evidente stato di alterazione.

Sul posto sono arrivati i rinforzi e l'ambulanza del 118 coi sanitari che si sono occupati degli agenti rimasti feriti nello scontro. In quattro sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso: tre di loro hanno riportato una prognosi di 6 giorni mentre, il quarto, è stato dimesso con una prognosi di 20 giorni. Anche la 27enne, che ha rifiutato di sottoporsi agli accertamenti per alcol accettando quelli per droga, è stata visitata e poi dimessa con una prognosi di pochi giorni e poi portata in Questura e arrestata per resistenza e lesioni e denunciata per il rifiuto di fornire le proprie generalità e per danneggiamento aggravato. Processata per direttissima mercoledì mattina, difesa dall'avvocatessa Marianna Mordini, la donna ha raccontato al giudice di aver "preso paura" quando ha visto gli agenti che le intimavano l'alt ma di non aver cercato di investirli. La 27enne ha poi aggiunto di aver avuto l'intenzione di fermarsi ma, durante il percorso, non avrebbe trovato un posto adatto. Il legale della ragazza ha quindi chiesto i termini a difesa e il giudice, non accettando la richiesta del pubblico ministero della custodia cautelare in carcere, ha disposto per l'automobilista l'obbligo di firma quotidiano in attesa della prossima udienza fissata per il 13 di luglio. Gli agenti feriti, tutelati dall'avvocatessa Marika Patrignani, hanno già annunciato di costituirsi parte civile nel processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fugge al posto di blocco, nell'inseguimento feriti 4 agenti e distrutte 2 Volanti

RiminiToday è in caricamento