Inseguono i ladri del cellulare e vengono picchiati dai malviventi

Paura per una coppia di fidanzati aggrediti e malmenati nei pressi della stazione ferroviaria di Riccione

Momenti di paura per la commessa di una boutique di viale Dante, a Riccione, e del suo ragazzo entrambi aggrediti e malmenati da una coppia di ladri. Il parapiglia si è scatenato nel tardo pomeriggio di domenica quando, poco prima dell'ora di chiusura del negozio, all'interno del'attività si sono presentati un uomo e una donna, di 47 e 38 anni, residenti a Reggio Emilia e già noti alle forze dell'ordine. Con la scusa di guardare la merce esposta, i due si sono impossessati del cellulare della commessa per poi allontanarsi in tutta fretta verso la stazione ferroviaria. Accortasi che lo smartphone era sparito, la ragazza ha ciesto aiuto al suo fidanzato iniziando a seguire i malviventi e, allo stesso tempo, chiedendo aiuto ai carabinieri. I ladri sono arrivati fino al viale delle Magnolie dove sono stati raggiunti dalla commessa e dal ragazzo i quali li hanno affrontati per farsi restituire il maltolto. Ne è nata una collutazione e, l'arrivo di una pattuglia dell'Arma, ha evitato il peggio. I due ladri sono stati quindi arrestati per rapina impropria e, il cellulare, restituito alla commessa. Nella perquisizione, inoltre, i malviventi sono stati trovati in possesso anche di un altro telefonino risultato provento di furto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento