Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Insultarono due vigilesse di Bellaria su Youtube, condannati per diffamazione

Riprese mentre installavano un autovelox dietro un cespuglio, il video finito su internet scatenò una serie di commenti poco piacevoli

Nell'agosto del 2008, lungo la Statale Adriatica, due vigilesse della Municipale vennero riprese da una telecamera dell'Automobile Club Padania mentre si stavano appostando con l'autovelox. La denuncia degli autori del filmato, in quella occasione, era per il temuto apparecchio installato in un punto non visibile della strada e per il cartello che avvertiva della sua presenza piazzato "strategicamente" all'ombra di un cavalcavia. La troupe improvvisata aveva realizzato il video dove si vedeva chiaramente come, le due vigilesse, fossero nascoste tra i cespugli per fare le multe a chi correva troppo sulla statale. Finito su internet, il filmato era diventato virale tanto da riscuotere, in poco tempo, oltre 21mila visualizzazioni e ben 161 commenti non certo lusinghieri per le divise. In seguito alla diffusione del video, la Procura della Repubblica di Rimini aveva aperto un inchieste e, la Postale, aveva poi identificato i reporter dell'Automobile Club Padania finiti denunciati per interruzione del servizio pubblico.

>> GUARDA IL VIDEO INCRIMINATO <<

Le due vigilesse, dal canto loro, avevano invece provveduto a querelare per diffamazione gli autori dei commenti al vetriolo che, nella giornata di oggi dopo ben 6 anni dal fatto, sono stati condannati dal Giudice di Pace del Tribunale di Rimini a risarcire i danni. Una multa di alcune centinaia di euro a testa per tre persone mentre, per i due autori del video, pende ancora il processo per interruzione del servizio pubblico che dovrebbe finire a sentenza nel marzo del 2015.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insultarono due vigilesse di Bellaria su Youtube, condannati per diffamazione

RiminiToday è in caricamento