Cronaca Santa Giustina / Via Emilia

Intera famiglia intossicata dal monossido di carbonio, sei persone in ospedale

Quattro minorenni e due maggiorenni ricoverati a causa delle esalazioni provenienti da una stufa a legna

E' di sei persone ricoverate in ospedale, quattro minorenni e due maggiorenni, il bilancio di un'intossicazione da monossido di carbonio che ha fatto rischiare non poco i componenti del nucleo famigliare. L'allarme è scattato nella serata di giovedì quando, dall'abitazione sulla via Emilia a Santa Giustina, è partita la richiesta di soccorsi al 118 in quanto tutti gli abitanti dell'appartamento si stavano sentendo male. Sul posto sono accorsi i sanitari che, attraverso el loro apparecchiature, hanno riscontrato un'altissima percentuale di monossido di carbonio nelle stanze e, a loro volta, hanno chiesto l'intervento dei vigili del fuoco. Gli intossicati sono stati portati in pronto soccorso, dove non sarebbero comunque in pericolo di vita, mentre il personale del 115 ha provveduto ad arieggiare la struttura. Dai primi accertamenti, a sprigionare il gas letale sarebbe stata una stufa a legna lasciata accesa in cucina. A finire intossicata è stata una famiglia albanese: la madre di 38 anni, il padre di 44 e quattro figli di 5, 11, 12 e 17 anni che, nella mattinata di venerdì, sono stati trasferiti alla camera iperbarica di Ravenna per una consulenza. In nemmeno una settimana, si tratta già del secondo caso registrato a Rimini dopo che, lo scorso 9 gennaio, un'altra famiglia era rimasta intossicata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intera famiglia intossicata dal monossido di carbonio, sei persone in ospedale

RiminiToday è in caricamento