Intera famiglia percepisce il reddito di cittadinanza ma lavora in nero

Manovale si autodenuncia alla Guardia di Finanza per l'impiego irregolare ma "dimentica" che riceveva l'assegno dallo Stato

E' di 8 lavoratori in nero, di cui 3 percepivano anche il reddito di cittadinanza, il bilancio di una serie di controlli portati avanti dagli investigatori della Guardia di Finanza di Rimini sul tessuto economico della provincia. A finire nei guai sono state 2 cameriere ai piani, 3 manovali e 3 addetti al servizio impiegati in un locale d’intrattenimento a Misano Adriatico. A smascherare uno di quelli che, pur ricevendo il sussidio dallo Stato lavorava senza contratto, è stata una "svista" della stessa persona. Impiegato in nero in un cantiere, il manovale si è presentato agli uffici delle Fiamme Gialle per denunciare il lavoro illegale "dimenticandosi" però che percepiva il reddito di cittadinanza e che ovviamente non era compatibile con la sua situazione lavorativa. Gi latri due, così come per il manovale, sono stati denunciati a piede libero per non aver comunicato l’avvio della propria posizione lavorativa, nella forma di lavoratore dipendente; mentre per tutti e tre è stata inviata segnalazione ai competenti uffici I.N.P.S. per l’avvio della procedura di decadenza/revoca dal beneficio economico e il recupero delle somme indebitamente percepite per un importo complessivo pari a 5mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Invece, a carico delle imprese che hanno impiegato i lavoratori “in nero”, sono state elevate sanzioni amministrative per complessivi 23.620 euro nel minimo inviandone comunicazione all’Ispettorato Territoriale del Lavoro per i provvedimenti di competenza. Nel frattempo, a seguito dell’intervento delle fiamme gialle riminesi, la cooperativa ha provveduto a versare alle casse dell’erario la somma di 12mila euro per la definizione delle sanzioni contestate all’esito del controllo. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento