Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Elezioni, il candidato sindaco Angelini (M3V): "Sicurezza nei quartieri e disapplicazione del green pass"

Alle elezioni comunali di Rimini corre anche Matteo Angelini, esponente del Movimento 3V, un gruppo politico che ha come slogan 'Verità, Libertà, Azione', ma la cui origine della sigla è 'Vaccini vogliamo verità"

Alle elezioni comunali di Rimini corre anche Matteo Angelini, esponente del Movimento 3V, un gruppo politico che ha come slogan 'Verità, Libertà, Azione', ma la cui origine della sigla è 'Vaccini vogliamo verità", scettici o contrari ai vaccini che dir si voglia, ancora prima dello scoppio della pandemia di Covid.

Angelini, Cosa l'ha spinta a candidarsi??

"Il cittadino che decide di non delegare più ad una classe politica vecchia, stanca e che da troppo tempo non è più vicina alle persone, non più cittadini che subiscono le scelte unilaterali prese da chi amministra, ma cittadini consapevoli che partecipano alla vita politica e amministrativa della propria città. Questo mi ha spinto a candidarmi, questo unitamente al pensiero fisso sul futuro che voglio dare ai miei figli".

Quali sono le priorità e cosa farebbe nei primi 100 giorni da sindaco?

"Non sono abituato a fare televendite solo perché mi trovo in una vetrina importante come la campagna elettorale, come uomo in primis e come linea politica 3V quello che farò certamente per tutto il tempo che risulterà necessario, sarà un profondo ascolto di quelle che sono le necessità vive dei cittadini e delle varie attività riminesi per poter poi decidere con loro gli interventi da eseguire immediatamente e quelli invece da programmare nel tempo e nel rispetto dei budget a disposizione. Opere e azioni che vadano ad appagare le necessità dei cittadini e non l'ego del Sindaco di turno".

Come si immagina la Rimini del futuro?

"Rimini è già una città esteticamente molto bella, oggi però esiste la necessità di riqualificare diverse zone che sono state abbandonate a sé stesse, già, perché Rimini non è solo il centro storico ed il Borgo San Giuliano o il Parco del Mare, ma una grande città fatta di tanti quartieri e periferie. Quando parlo di riqualificare non parlo solo dell'aspetto estetico che è sicuramente importante ,ma ne faccio soprattutto una questione di sicurezza, se vogliamo davvero una Rimini a portata di bambino, non possiamo pensare di farlo solo a parole per poi piangere quando accadono le disgrazie, ma dobbiamo farlo concretamente con una totale ridistribuzione delle forze dell'ordine in campo.? Immagino quindi una Rimini in cui organizzazione e sicurezza possano dare libero sfogo al cuore pulsante della nostra città che sono l'arte e la bellezza nelle sue mille sfaccettature".

Quali sono i bisogni che raccoglie dalla gente che incontra?

"Ha detto una cosa sacrosanta nella domanda che mi ha posto, “i bisogni che raccolgo dalla gente”. In questa campagna elettorale vedo da una parte le macro tematiche che fanno comodo ai partiti di turno per portare avanti la loro campagna elettorale e poco per quello che riguardano le necessità vive delle persone. Gli input principali che mi stanno arrivando riguardano prevalentemente la questione della sicurezza, troppi quartieri abbandonati in cui girare per strada di giorno o di notte è diventato quasi impossibile, illuminazione scarsa, piste ciclabili pericolose e completamente fuori luogo, Borghi storici abbandonati a sé stessi, parcheggi scarsi e troppo costosi".

Qual è il suo obiettivo per le elezioni?

"Ovviamente raggiungere il massimo raggiungibile, immagino come tutti gli altri candidati. A differenza loro io però non ne faccio solo una questione di voti, piuttosto ne faccio una questione di consapevolezza, voglio mostrare a tutti come ad oggi brave persone, semplici cittadini possano avere la forza di autodeterminarsi e smettere quindi di delegare la propria vita a chi ha interessi completamente diversi come i grandi partiti che tutti conosciamo".

Corre il rischio di governare una città dove ancora il covid avrà un suo peso, cosa ci lasciano questi due anni e come pensa vada affrontata questa ripartenza?

"Questi due anni hanno profondamente segnato tutti in un modo o nell'altro, ognuno con la propria sfumatura e sensibilità. Vedo tanta paura volutamente alimentata. Dobbiamo cercare di ritrovare lucidità e riportare il focus della situazione sui binari giusti, con campagne informative adeguate e non influenzate da una politica mascherata da democrazia ma degna dei peggiori regimi dittatoriali. Urge tornare a vivere da esseri umani, non più tutti contro tutti, ma uniti. Nel nostro programma è previsto il no agli obblighi, il no alle chiusure e il no al green pass. Quindi in quanto massima autorità sanitaria della mia città andrò a disapplicare tutto ciò che comporta una compressione di diritti costituzionali e che non risulti un valore aggiunto per la comunità, anzi se mai sono ostacoli che minano lo sviluppo della stessa, non mettono al sicuro nessuno anzi per assurdo fanno molto peggio visto che la comunità scientifica afferma che questa terapia (vaccino?) non protegge né il singolo né impedisce i contagi. Eventi recenti proprio a carico di sanitari dimostrano inequivocabile ciò che affermo".  

I giovani sono stati tra coloro che più hanno sofferto gli effetti della pandemia, oggi cosa consiglierebbe a un ragazzo o una ragazza per immaginare il proprio futuro?

"La società in cui vivono i ragazzi oggi è una società apparentemente libera, in realtà i nostri giovani sono ingabbiati in mono pensieri che gli vengono abilmente somministrati. A loro quindi consiglio di coltivare pensieri positivamente ribelli che gli permettano di aver sempre un pensiero critico sulle cose e non fermarsi alle apparenze. Ma soprattutto gli di portare pazienza, da uomo e da padre gli chiedo anche scusa per il mondo in cui li stiamo facendo vivere, quindi torniamo alla domanda numero uno ed ai motivi della mia candidatura, è il minimo che posso fare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, il candidato sindaco Angelini (M3V): "Sicurezza nei quartieri e disapplicazione del green pass"

RiminiToday è in caricamento