menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'alcol e il fumo si combattono con il nordic walking

La promozione alla salute si fa anche con iniziative ludiche, che per di più rappresentano un modo per contrastare lo stigma. Va in questo senso l'iniziativa, promossa dal Centro Dipendenze "Alcol fumo" dell'Ausl di Rimini

La promozione alla salute si fa anche con iniziative ludiche, che per di più rappresentano un modo per contrastare lo stigma. Va in questo senso l'iniziativa, promossa dal Centro Dipendenze “Alcol fumo” dell'Ausl di Rimini, in collaborazione con le associazioni di auto-mutuo aiuto  che si occupano di problemi alcol correlati (A.A., A.Cat., Al-Anon) e che prenderà il via domenica  28 luglio.

Si tratta di un corso di nordik walking, la disciplina di cammino veloce, organizzato per le   persone seguite dal Centro Dipendenze “Alcol fumo” e rivolto  a tutti. L'idea è proprio questa: evidenziare che chi ha un problema può trasformarsi in  una risorsa, portatore di un messaggio di salute, perchè in questa occasione saranno proprio le persone che stanno seguendo un percorso per l'alcol i promotori di uno stile di vita più sano, all'insegna del benessere, rappresentato dalle “passeggiate” e dalla modifica degli stili di vita.

Inoltre partecipare insieme ad una attività fisica che fa bene alla salute, insieme a persone con problematiche di alcol può essere utile per vedere il problema etilismo con occhi diversi, guardando con  meno pregiudizi il tuo vicino di corso. Per questo l'iniziativa è aperta a tutti: a chi ha vuole conoscere il problema alcol, a chi non ha paura di conoscere un alcolista, così come, semplicemente, a  chi vuole iniziare un'attivita salutare.

Chi fosse interessato a questo corso base di nordik walking gratuito, può presentarsi di fronte al Centro Dipendenze “Alcol fumo”, situato in via Regina Margherita, 25, a  Rimini, domenica  28 luglio alle ore 18, indossando una maglietta rossa. Per tutti una prima informazione sulla disciplina. Poi, i primi 50 intervenuti potranno  proseguire con l'iscrizione al corso, che comprenderà cinque uscite (nelle successive domeniche), a gruppi di dieci, con istruttore, più una sesta lezione di secondo livello, con conseguimento di un vero e proprio brevetto. In  ogni uscita, sarà fornita  una merenda bilanciata dell'atleta, studiata insieme all'Università di Rimini. Tutti coloro che hanno preso parte al progetto lo hanno fatto a titolo completamente volontaristico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento