L'allarme di Rosy Bindi: "In Romagna c'è più mafia di quanto emerso finora"

La Commissione parlamentare Antimafia a Rimini per una serie di audizioni, la presidente parla di una concentrazione di "reati spia"

E' allarme mafie in Romagna. Lo lancia la Commissione parlamentare antimafia che, lunedì, ha visitato Rimini per una serie di audizioni. E, martedì, sarà in vista a San Marino. "C'è più mafia di quello che siamo stati capaci di trovare fino adesso", sottolinea alla stampa la presidente Rosy Bindi. La Romagna e Rimini in particolare, entra nel dettaglio, "sono ritenute portatrici di alcune criticità", a partire dalla concentrazione di reati spia, dunque spaccio di droga, prostituzione, gioco, ma anche la concentrazione di immigrati non va sottovalutata, e dalla presenza di malavitosi di un certo calibro, esponenti della 'ndrangheta, della camorra, di Cosa nostra, delle mafie pugliesi, che "soggiornano da tempo" in riviera, grazie anche alla sponda di professionisti conniventi.

Dunque ci sono chiari "sintomi e indizi della presenza della criminalità organizzata". Nel riminese, prosegue Bindi, "il traffico e il consumo di stupefacenti è allarmante", in particolare da parte della mafia albanese, che gestisce pure la prostituzione. E poi ci sono "attività interessanti", quelle del turismo, i locali, le discoteche. Il gioco. "Una situazione ideale per le attività tradizionali della criminalità organizzata", a cui si aggiunge il riciclaggio. Con Bindi che "scagiona" la vicina Repubblica di San Marino dove andrà in visita con la Commissione martedì. "Qualche anno fa dava più da fare. I problemi non sono tutti risolti ma c'è più collaborazione". Ecco perchè la convinzione della Commissione è che ci sia "più mafia di quanto ce ne siamo accorti. Ci sono troppi reati spia - ribadisce - sintomi e indizi a cui non corrisponde una capacità di individuare i loro giri, i loro affari”.

===>

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento